La scienza svela i benefici inaspettati di cantare in un coro

Se si è appassionati di musica, perché limitarsi a cantare nella doccia? Unirsi a un coro è un’ottima alternativa. Infatti, cantare in gruppo non è solo una buona strategia per fare nuove amicizie. È anche importante per la salute: la scienza svela i benefici inaspettati di cantare in un coro.

Cantare è importante per il corpo e la mente

Durante il primo lockdown, in molti hanno scoperto o riscoperto l’importanza della musica. Tutti ricordiamo i momenti in cui ci siamo sentiti più vicini, cantando assieme dal balcone. Infatti, il canto è un potente strumento per migliorare l’umore. Ma non è tutto qui: cantare ha anche conseguenze importanti per la salute del corpo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Infatti, quest’attività può abbassare la pressione sanguigna, tonificare i muscoli dell’addome e della schiena e migliorare la postura. Chi soffre di russamenti o apnee notturne può addirittura sfruttare il canto per respirare meglio e attenuare il problema. Inoltre, cantare rende più belli e giovani: è un ottimo modo per tonificare i muscoli del volto e ridurne l’invecchiamento.

Questi effetti positivi del canto erano già noti agli scienziati. Ma un recente studio dell’Università di Helsinki offre nuove prospettive. Soprattutto sull’importanza di unirsi a un gruppo: la scienza svela i benefici inaspettati di cantare in un coro.

Perché cantare in coro è doppiamente benefico

Per chi ama cantare, unirsi a un coro è un ottimo investimento per mantenersi in salute. Lo rivela la professoressa Emmi Pentikäinen, fra gli autori dello studio sull’argomento. Gli esperti hanno infatti messo a confronto due gruppi di anziani. Il primo gruppo era composto da persone senza hobby musicali, il secondo da individui appartenenti a un coro da almeno 10 anni. I risultati sono sorprendenti: chi canta in compagnia ha funzioni cognitive significativamente migliori.

Il motivo? Cantare in gruppo allena l’attenzione, la memoria e l’abilità di processare diverse informazioni. Il coro, dunque, mantiene giovane il cervello. Ma non solo: fra i soggetti dello studio, chi canta regolarmente si è detto più soddisfatto riguardo alla propria salute in generale. Insomma, pare proprio che l’elisir di lunga vita sia cantare in compagnia!

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te