La scienza spiega quante passeggiate al giorno dovrebbe fare un cane per essere in salute e non mostrare problemi comportamentali e stress

Chi sceglie di adottare un cane non sempre è preparato ad affrontare tutte le problematiche che potrebbero manifestarsi. Conoscere i bisogni che un cane ha in generale è molto importante. Attraverso la relazione, poi, il proprietario scoprirà che il suo cane è anche un individuo con un carattere e capacità tutti suoi.

Il problema nasce quando una o più di queste necessità non viene riconosciuta. Presi dalla velocità delle attività quotidiane, può capitare di avere poco tempo da dedicare al nostro cane. La passeggiata è uno dei momenti più importanti della sua giornata, eppure in molti casi dura solo il tempo di pipì e cacca.

Ma la scienza spiega quante passeggiate dovrebbe fare un cane e quanto dovrebbero durare per avere un equilibrio psico-fisico ottimale. Qualsiasi cane, di qualsiasi razza, necessita di fare attività fisica, ma questa può variare d’intensità in base ad alcuni parametri.

Ovviamente, per ciascun individuo si possono pensare attività diverse in base alla sua energia ma anche al suo fisico. Scopriremo che un Mastino napoletano non avrà mai bisogno di correre come un Border Collie o un Labrador, ma vediamo perché.

La scienza spiega quante passeggiate al giorno dovrebbe fare un cane per essere in salute e non mostrare problemi comportamentali e stress

Alcuni studi hanno rivelato che in media un cane dovrebbe uscire tre volte al giorno per almeno 30 minuti. Questo tempo è considerato il limite minimo per far sì che il proprio cane sia attivo e allo stesso tempo sfoghi la sua energia.

Chiaramente, più un cane fa movimento più sarà allenato e più avrà bisogno di uscire. Un cane abituato a stare in casa tutto il giorno avrà muscoli meno pronti a camminare per lungo tempo o a fare giochi molto energici. Quello che non esce mai se non per i bisogni, potrebbe manifestare comportamenti indesiderati come aggressività o iperattività.

Modalità e quantità di attività fisica dipendono molto anche dall’individuo. Esistono cani di piccola taglia che amano stare a letto e altri dall’energia esplosiva. È vero che cani di taglia grande, come Alani, Mastini, Cane corso, sono molto pesanti. Un’attività fisica intensa con salti e corse a lungo andare può lesionare le cartilagini e affaticarli.

Chi ha per amico un cane instancabile che spesso combina danni in casa potrebbe aver bisogno di veicolare la sua energia. Solo questo risolverebbe molti problemi comportamentali come quello di distruggere ogni cosa. Sport come l’agility, il fly ball etc. sono adatti a questi soggetti perché impegnano la loro mente e scaricano il corpo. Anche correre libero con altri individui è importante.

Inoltre, anche il proprietario si divertirà in un’attività col cane e questo consolida la relazione. Altri cani, invece, hanno bisogno di annusare e scoprire luoghi nuovi. Allora inventare giochi di ricerca che lo stimolino psicologicamente potrebbero essere un giusto compromesso.

Lettura consigliata

Le 5 razze di cane peggiori sconsigliate per il padrone principiante e perché

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te