La riconquista della zona Champions fa bene alle azioni della Juventus che potrebbero andare incontro a un forte rialzo

juventus

L’ultima volta che ci siamo occupati della Juventus era fine gennaio e in quel periodo la squadra era fuori dalla zona Champions. Sono passati oltre due mesi e 10 giornate di campionato e la situazione è radicalmente cambiata. La squadra, infatti, adesso occupa stabilmente la quarta posizione con un buon vantaggio sulla quinta. Come diciamo sempre, i titoli legati alle società sportive hanno un andamento abbastanza diverso da quello degli altri titoli quotati. Una vittoria o una sconfitta inattesa, infatti, possono provocare grosse escursioni di prezzo. Conseguentemente, la riconquista della zona Champions fa bene alle azioni della Juventus, che potrebbero andare incontro a un forte rialzo.

Si potrebbero essere create, infatti, tutte le condizioni per una forte ripartenza al rialzo. I primi indizi si hanno anche dalla performance del titolo che, negli ultimi tre mesi, ha fatto leggermente meglio sia del settore di riferimento che del mercato italiano.

La valutazione del titolo Juventus

Prima di guardare all’analisi grafica, diamo un’occhiata alla valutazione del titolo basandoci sui livelli degli indicatori che normalmente vengono utilizzati per analizzare il bilancio e che sono disponibili su moltissime riviste specializzate.

Qualunque titolo risulta essere fortemente sopravvalutato. Fa eccezione il fair value, calcolato con il metodo del discounted cash flow, che esprime una sottovalutazione oltre il 50%. D’altra parte, secondo le previsioni di Standard & Poor’s, le prospettive di crescita sul fatturato dell’azienda nei prossimi anni sono molto basse.

Inoltre va evidenziato che, secondo gli analisti, negli ultimi 12 mesi sia le aspettative di fatturato che le revisioni degli utili sono state ampiamente riviste al ribasso. In generale, gli analisti si aspettano ormai una redditività inferiore alle stime di un anno fa.

Infine, la società ha un rapporto debito/margine operativo lordo (EBITDA) relativamente elevato.

Secondo gli analisti che coprono il titolo, il consenso medio è mantenere con un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 15% circa.

La riconquista della zona Champions fa bene alle azioni della Juventus che potrebbero andare incontro a un forte rialzo: le indicazioni dell’analisi grafica

Il titolo Juventus (MIL: JUVE) ha chiuso la seduta del 12 aprile con un rialzo del 2,09% rispetto alla seduta precedente a quota 0,3230 euro.

Time frame settimanale

La proiezione in corso è rialzista, ma da alcune settimane è frenata dalla fortissima resistenza in area 0,3522 euro (I obiettivo di prezzo). Il futuro del titolo, quindi, potrebbe decidersi in corrispondenza di questo livello.

La sua rottura in chiusura di settimana, infatti, potrebbe determinare un’accelerazione rialzista il cui obiettivo più probabile si trova in area 0,434 euro. La massima estensione rialzista, invece, potrebbe andare a collocarsi in area 0,5158 euro (III obiettivo di prezzo).

I ribassisti potrebbero prendere il sopravvento nel caso di chiusure settimanali inferiori a 0,3016 euro. In questo caso, le azioni della Juventus potrebbero andare ad aggiornare i minimi storici, che adesso si trovano in area 0,2704 euro.

juventus

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te