La ricetta delle castagnole di carnevale vegane perfette per gli intolleranti al lattosio

Siamo entrati nel periodo di carnevale e nelle pasticcerie compaiono i dolci tipici di questo periodo. Sfortunatamente molti sono ricchi di burro, latte e uova. Non sono quindi adatti a chi sceglie di mangiare vegano o agli intolleranti al lattosio.

Ciò non vuol dire che si debba rinunciare a mangiare bugie, chiacchere e castagnole. Oggi, gli Esperti di cucina di Proiezionidiborsa propongono la ricetta delle castagnole di carnevale vegane perfette per gli intolleranti al lattosio. Prepararle è molto semplice. Vediamo insieme come fare.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ingredienti

Ecco gli ingredienti necessari per la ricetta delle castagnole di carnevale vegane perfette per gli intolleranti al lattosio:

  • 200 g di farina di farro;
  • 50 g di maizena;
  • 1 yogurt di soia bianco;
  • 70 g di zucchero di canna;
  • 25 g di margarina;
  • 60 g di latte di soia non zuccherato;
  • 3 cucchiaini di lievito per dolci;
  • mezza bacca di vaniglia;
  • scorza di limone q.b.;
  • olio per friggere q.b.

Procedimento

Preparare le castagnole di carnevale è davvero facile e veloce. Cominciamo col prendere una ciotola capiente. Versiamoci lo yogurt di soia bianco, la margarina, il latte di soia, la scorza di un limone e la mezza bacca di vaniglia. A questo putno mescoliamo il tutto aiutandoci con una forchetta o una frusta a mano. Ora setacciamo la farina di farro e aggiungiamola nella ciotola. Seguiamo lo stesso procedimento per la maizena e il lievito per dolci. Una volta fatto, impastiamo il tutto. Quindi copriamo con un canovaccio da cucina e lasciamo riposare per circa 30 minuti fuori frigo.

Una volta passati i 30 minuti, riprendiamo il composto e formiamo delle piccole palline grandi circa quanto una noce l’una. Prendiamo poi un pentolino e lo riempiamo di olio per friggere. Mettiamo il pentolino a scaldare sul fuoco, stando ben attenti a non far superare i 170°C all’olio. Facciamo friggere le castagnole poco per volta e quindi le scoliamo sulla carta assorbente. Facciamole passare ancora calde nello zucchero di canna. E finalmente possiamo mangiare le castagnole, sia tiepide sia fredde: sono buonissime in entrambi i casi.

Consigliati per te