La ricetta definitiva per castagne croccanti e saporite anche senza padella forata

Le castagne sono una delle prelibatezze di questi primi mesi autunnali.

Estremamente nutrienti e dal dolce sapore caratteristico abbiamo già visto come possano essere straordinarie in qualsiasi ricetta.

Ad esempio, per un primo piatto veloce e gustoso con tutti i sapori dell’autunno che lascerà tutti senza parole.

Sappiamo inoltre che la farina di castagne è ottima per preparare fantastici dolci e adatta soprattutto a chi ha determinate problematiche alimentari.

Per una bella serata in casa tra amici il modo più classico di consumarle è senz’altro al cartoccio.

Ancora meglio se accompagnato da un buon bicchiere di vino novello.

Uno dei grandi dilemmi è però la modalità di cottura; non tutti infatti hanno a disposizione un camino o una padella forata.

Per questo proponiamo un modo “furbo” per ottenere la stessa croccantezza anche senza particolari strumenti.

La ricetta definitiva per delle castagne croccanti e saporite anche senza padella forata

Tutto quello che ci serve è della carta stagnola, un forno e, ovviamente, un bel cesto di castagne!

La ricetta definitiva per delle castagne croccanti e saporite anche senza padella forata non richiede altro, a meno che non si voglia sperimentare.

In questo caso basterà arrivare in fondo all’articolo per trovare due gustosissime varianti, una salata ed una dolce.

Per prima cosa è necessario “castrare” le castagne, ovvero praticare un’incisione a X sulla superficie per evitare che scoppino.

Dopodiché possiamo metterle in una pentola coperte d’acqua, metterle sul fuoco e cuocerle per circa 3 minuti dall’ebollizione.

Fatto questo possiamo scolarle e preparare sulla leccarda del forno due fogli di carta stagnola sistemati uno sopra all’altro come a formare una croce.

A quel punto possiamo chiudere il cartoccio “accartocciando” prima i lembi di un foglio e a chiudere quelli dell’altro.

Basterà infine infornare per circa 25 minuti a 220 gradi.

Variante salata e dolce

Per i più arditi è possibile provare due varianti estremamente particolari ma dai sapori sorprendenti.

La procedura è identica a quella appena spiegata in entrambi i casi.

Per la variante salata però, prima di chiudere il cartoccio, si deve aggiungere del sale grosso, qualche grano di pepe, un filo d’olio e del rosmarino.

L’esplosione di gusto e croccantezza lascerà tutti senza parole.

Allo stesso modo, in versione dolce, sono ottime da consumare magari davanti ad un bel film ed un buon bicchiere di vino liquoroso.

In questo caso, prima di infornare, dobbiamo aggiungere una abbondante spolverata di zucchero di canna, un baccello di vaniglia e dei chiodi di garofano.

Se preferiamo dei gusti un po’ più decisi, per un cartoccio dolce ai profumi dell’autunno, si possono utilizzare in alternativa cannella e noce moscata.

Con un ingrediente come la castagna, la fantasia ha carta bianca.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te