A quando la prossima recessione negli USA? Previsioni tra analisi storiche e modelli macro-economici

Le recessioni e i crash del mercato azionario sono altamente correlati. Qui di seguito il grafico di St. louis Fed in cui le linee grigie indicano le recessioni e si può vedere che durante tutti i periodi di recessione negli ultimi 60 anni ci sono stati grandi crash del mercato azionario. Va sottolineato che alcuni crash del mercato azionario non sono avvenuti durante periodi di recessioni, ma il contrario è vero in generale.

blank

 

Questo induce lo studioso dei mercati a cercare metodologie che permettano di individuare in anticipo le recessioni economiche.

Ci sono due scuole di pensiero: chi studia le serie storiche per individuare gli indizi più affidabili per prevedere una recessione economica; chi sviluppa modelli macro-economici per raggiungere lo stesso obiettivo.

Noi di Proiezionidiborsa apparteniamo alla prima categoria e già in passato abbiamo pubblicato le nostre aspettative (Il Fondo monetario internazionale taglia e rivede al ribasso le stime per le economie mondiali: è possibile una recessione nei prossimi mesi?) che sono per un’elevata probabilità di una recessione nei prossimi mesi.

Da questo punto di vista il 30 giugno, l’attuale ciclo di espansione economica ha completato il suo ottavo anno di vita e avrà una durata di 96 mesi. Secondo il National Bureau of Economic Research (NBER) dal 1854 l’economia statunitense ha registrato 34 cicli in tutto e dal momento che l’era moderna della macroeconomia è iniziata dopo la seconda guerra mondiale ha vissuto 12 cicli in totale. Il tipico ciclo economico completo ha una durata media di 38.7 mesi e dal 1945 mediamente di 58.4 mesi. Solo due altri cicli, quelli del 1961-1969 (durato 106 mesi) e del 1991-2001 (durato 120 mesi), sono riusciti a durare più a lungo di quello attualmente in corso.

Dal punto di vista statistico, quando l’economia è stata in modalità di espansione, abbiamo sperimentato un ciclo così lungo solo nel 2.5% del tempo dal 1854 e poco più più del 4% del tempo dal 1945. Stiamo, quindi, vivendo una situazione non comune e poco probabile.

La probabilità storica incondizionata di avere una recessione in un determinato anno è di circa il 15%. Tuttavia rendendola condizionata alla lunghezza storica del ciclo c’è una probabilità del 50% che ci sia una recessione nei prossimi 12 mesi e del 100% nei prossimi 24 mesi.

Riguardo i modelli economici ce ne sono due che vanno per la maggiore: uno basato sul Treasury Spread (“Probability Of U.S. Recession Predicted by Treasury Spread.”) e l’altro sviluppato da Marcelle Chauvet and Jeremy Piger (source).

Il primo modello prevede una probabilità di circa il 7.8% che ci sia una recessione nei prossimi mesi.

blank

Le aspettative calcolate con il secondo modello sono mostrate nel grafico seguente. E’ immediatamente evidente come il modello sia ben lungi dal prevedere una recessione. La probabilità, infatti, è dell’ordine dello 0.2%.

blank

 

Conclusione: allo stato attuale le serie storiche prevedono un’elevata probabilità che ci sia una recessione nei prossimi 12/24 mesi. I modelli economici, invece, sono ben lungi dal prevedere recessioni che abbiamo una probabilità di verificarsi superiore al 10%.

Chi avrà ragione? Ai posteri l’ardua sentenza!

Consigliati per te