La proposta di un bonus per passare ad auto a metano e Gpl

Assogasliquidi ha chiesto al Governo di prendere in considerazione la proposta di un bonus per passare ad auto a metano e Gpl. L’intento è di svecchiare il parco auto circolante in Italia. Come è noto, le famiglie italiane hanno auto molto datate.

Infatti, lungo le nostre arterie stradali circolano 15 milioni di quattro ruote con alimentazione a benzina e diesel con classificazione Euro 4 e Euro 5. Assogasliquidi, per incentivare la conversione delle auto a Gpl oppure a metano, ha presentato al Governo un piano, da inserire eventualmente nel dibattito in corso per la Legge di Bilancio.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Nello specifico, l’Associazione chiede allo Stato di dare ad ogni proprietario di un’auto vecchia un incentivo sotto forma di bonus. Un cittadino che passa ad un’auto a metano potrebbe usufruire di un bonus di 900 euro. Invece per chi trasforma l’auto ad alimentazione a Gpl il bonus è di 600 euro.

Il Governo sta studiando

Il Governo sta vagliando la proposta, conscio del parco auto tra i più vecchi d’Europa. Inoltre questa iniziativa agevolerebbe anche il processo di transizione energetica ed il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni nel settore dei trasporti. L’Ue ha più volte sollecitato interventi in questo senso.

Italiani senza soldi

In Italia le famiglie vivono un momento di forte recessione economica. In questo momento il sogno di cambiare l’auto non è in cima ai desideri. Però, il bonus potrebbe rappresentare una soluzione efficace per due motivi. La prima come volano per far ripartire le attività che gravitano nel mondo auto e l’altro consentire ai cittadini di avere auto meno inquinanti.

Lo Stato ci guadagna?

Ebbene, lo Stato con questo bonus ha i suoi vantaggi economici. Convertire le auto a GPl e metano garantisce un gettito IVA di circa 134 milioni di euro. Un importo non da poco perché, senza incentivo, lo Stato guadagnerebbe 116 milioni in meno.

Ma il piatto potrebbe essere ancora più ricco per altri motivi. Infatti, va aggiunto il maggiore gettito proveniente da imposte di bollo e diritti da riconoscere alla Motorizzazione. Non è finita perché lo Stato introita altre imposte dirette pagate dalle imprese di produzione ed installazione dei kit di trasformazione. Perciò la proposta di un bonus per passare ad auto a metano e Gpl non è campata in aria.

Consigliati per te