La pianta ornamentale dai fiori coloratissimi perfetta per chi non ha il pollice verde

Quando si pensa a una pianta molto resistente la mente corre subito agli ibischi. Gli ibischi, infatti, sono degli arbusti a foglie caduche molto diffusi come piante ornamentali in giardini o su terrazze.

Sistemate in piena terra possono raggiungere anche i due o tre metri di altezza. Infatti, si tratta di piante che tendono a svilupparsi molto, per questo necessitano di una potatura dopo la fioritura.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

La sistemazione ideale è una zona molto luminosa e calda non esposta ai venti freddi.

Tuttavia, è una pianta che si adatta bene anche a vivere in condizioni avverse. A patirne saranno le fioriture meno abbondanti e, addirittura, assenti.

Alcune varietà di ibisco, poi, potranno anche sopravvivere ad inverni molto rigidi.

Ecco come coltivare e curare la pianta ornamentale dai fiori coloratissimi perfetta per chi non ha il pollice verde.

La cura dell’ibisco

Gli ibischi in piena terra, come scritto, vanno sistemati in un luogo luminoso e ben assolato. Nel caso in cui non si disponga di una zona ottimale bisognerà essere consapevoli del fatto che il nostro ibisco non fiorirà.

In buone condizioni l’ibisco fiorirà dalla primavera inoltrata sino all’autunno. I fiori saranno grandi e di colori vari dal rosa al bianco, passando per il giallo.

All’inizio e alla fine dell’inverno sarà necessario potare gli ibischi per eliminare i rami secchi e favorire lo sviluppo di nuovi rami.

Per quanto riguarda le annaffiature sarà necessario annaffiare frequentemente le piante giovani.

Gli ibischi adulti possono sopportare bene sia periodi di siccità che periodi di forti piogge.

Tuttavia, si consiglia di irrigare, una volta che il terreno diventa secco, aggiungendo del concime per piante da fiore ogni quindici giorni.

Si tratta di piante che si accontentano di qualsiasi tipo di terreno, anche se sassoso e povero di sostanze organiche.

Sarebbe, però, preferibile sistemarli in un terreno caratterizzato da un buon drenaggio.

Sarà molto importante prestare attenzione agli attacchi da parte degli afidi. Infatti, questa pianta, come molte altre, non è immune a questi attacchi.

Per maggiori informazioni e consigli su come battere gli afidi si consiglia di leggere questo articolo.

Combattere questi animali è fondamentale per preservare i nuovi germogli dell’ibisco e per garantirgli una abbondante fioritura. Ecco, quindi spiegato come coltivare l’ibisco, la pianta ornamentale dai fiori coloratissimi perfetta per chi non ha il pollice verde.

Consigliati per te