La pianta incredibilmente colorata che fiorisce in autunno, profuma il giardino e non vuole troppe cure

Somiglia a un tulipano ed è un fiore di settembre, che in estate entra in riposo vegetativo per poi splendere di bellezza con il freddo. Stiamo parlando della Sternbergia, anche conosciuta come Zafferanastro, un fiore giallo a metà tra un tulipano e un giglio. È possibile coltivarla sia in terra che in vaso e regala profumi e colorazioni incredibili. È la Sternbergia la pianta incredibilmente colorata che fiorisce in autunno, profuma il giardino e non vuole troppe cure da parte di chi la coltiva. Ecco qualche utile segreto di coltura e tanti straordinari consigli per coltivarla con semplicità.

Come coltivare la Sternbergia e quali cure dare a questa pianta

La specie che regala le più belle fioriture è la Sternbergia Iutea, una pianta che cresce in paesaggi selvaggi e luoghi non coltivati. Questa pianta entra in riposo vegetativo prima dell’estate, con una conseguente perdita di foglie. Ma è in autunno, dopo le prime piogge, che il fiore rinasce incredibilmente, regalando spettacoli incredibili alla vista. La Sternbergia non è l’unico fiore a rinascere improvvisamente dopo un periodo lungo di dormienza.

Anche questo spettacolare fiore vistoso rinasce come una fenice dopo ogni fioritura. Il principale vantaggio della Sternbergia è, però, di essere un fiore tipicamente autunnale. Suggeriamo comunque di collocare la pianta in un luogo ben esposto alla luce solare o in un ambiente luminoso. Non è un caso che il clima migliore per la crescita della Sternbergia sia proprio quello tipico delle regioni meridionali d’Italia.

È la pianta incredibilmente colorata che fiorisce in autunno, profuma il giardino e non vuole troppe cure

Non è una pianta troppo sensibile, ma le sue foglie non tollerano volentieri le gelate. Suggeriamo di usare un terriccio misto a sabbia e ben drenante. Il terreno è importantissimo per le piante. Infatti nella guida “Il campanello d’allarme di piante sofferenti è uno di questi sintomi troppo spesso trascurati” spieghiamo i vantaggi di analizzarlo.

Se la pianta è coltivata direttamente in terra non occorrerà irrigarla durante le stagioni fredde o miti. Suggeriamo un’irrigazione regolare durante l’estate e, in ogni caso, per la coltivazione in vaso.

È possibile riprodurre la pianta per propagazione, in modo da avere spettacolari fioriture senza spendere un occhio della testa. Ecco qualche consiglio per questa che è considerata anche l’operazione più difficile nella coltivazione delle peonie e che regala un’esplosione di fiori a costo zero.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te