La pianta aromatica dall’aroma intenso che abbellisce e profuma i balconi

L’aneto è una pianta aromatica che troviamo facilmente allo stato selvatico, sia in pianura che in collina. Grazie al suo intenso aroma, molto simile a quello dell’anice e del cumino, viene spesso utilizzata nella cucina del nord Europa. Vediamo allora assieme in questo articolo la pianta aromatica dall’aroma intenso che abbellisce e profuma i balconi: l’aneto.

Coltivare l’aneto

Coltivare l’aneto è davvero molto semplice, non richiede cure particolari ma bisogna comunque rispettare qualche regola di base. Ad esempio, bisogna sempre posizionare questa pianta in un angolo soleggiato, e va annaffiata costantemente, ma senza esagerare. A differenza di altre erbe aromatiche, come salvia e rosmarino, questa infatti non è altrettanto resistente alla siccità.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

L’aneto va poi piantato a partire da aprile e fino alla fine dell’estate. Facendo particolare attenzione, una volta germogliate le piantine, a lasciare uno spazio di 15/20 centimetri tra un esemplare e l’altro. Per quanto riguarda il terreno, come tutte le piante aromatiche, l’aneto ha bisogno di terriccio magro ma ben lavorato.

Infine possiamo piantare l’aneto in consociazione con cetrioli e fave che, grazie a questa vicinanza, risultano più protetti dagli attacchi degli afidi.

Insetti e parassiti

Insetti e parassiti possono essere mortali nemici di questa pianta. Le lumache, infatti, sono estremamente ghiotte dei germogli appena spuntati: notata quindi la presenza di questi parassiti, converrà tenerli lontani con un po’ di cenere, trappole di birra o una manciata di ortofosfato di ferro.

Lo stesso si può dire per gli attacchi degli afidi, che dovremo subito contrastare con estratti di aglio, peperoncino o ortica. Oppure spruzzando un po’ di sapone sulle parti colpite, in modo da asfissiare a morte gli afidi.

Come usare l’aneto

Dell’aneto possiamo poi raccogliere sia le foglie, giovani e tenere, o i semi: le prime andranno macinate finemente e possono essere utilizzate per insaporire minestre, insalate, verdure cotte e piatti a base di carne; mentre i semi sono ottimi per insaporire verdure sottaceto e crauti, ma possiamo anche utilizzarli nella creazione di torte e biscotti.

Ecco allora perché, proprio l’aneto, sarà la pianta aromatica dall’aroma intenso che abbellisce e profuma i nostri balconi.

Approfondimento

Un balcone profumato e originale grazie a queste 3 insolite piante aromatiche

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te