La pensione in contanti arriva in anticipo e scaglionata

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Poste Italiane e l’INPS hanno rinnovato l’iniziativa di erogare l’assegno pensionistico una settimana prima. Anche per novembre la pensione in contanti arriva in anticipo e scaglionata. Questa modalità non vale per tutti. In pochi minuti spieghiamo cosa succede dalla prossima settimana. I titolari di  libretto di risparmio, di un conto BancoPosta o di una Postepay Evolution troveranno accreditata la pensione con valuta 27 ottobre. Di conseguenza, i titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution hanno l’opportunità di prendere i soldi contanti agli Atm Postamat, senza recarsi allo sportello.

Chi prende la pensione in contanti

L’accreditamento della pensione in anticipo avviene ormai da tanti mesi a causa della diffusione del virus del Covid-19. L’emergenza sanitaria non accenna ad arrestarsi e quindi INPS e Poste Italiane hanno riproposto la modalità di anticipare di una settimana il pagamento della pensione del mese successivo. Non tutti i pensionati hanno un conto corrente postale oppure bancario dove vedersi accredito l’assegno pensionistico. Perciò, non resta che recarsi nell’ufficio postale per ritirare la pensione. Ma non potranno farlo tutti il primo giorno. Infatti, come in passato, è stato stilato un calendario in base alla prima lettera del cognome.

Quando andare all’ufficio postale

La turnazione per riscuotere la pensione del mese di novembre avviene in questo modo.  I percipienti l’assegno pensionistico con cognomi dalla A alla B possono andare all’ufficio postale martedì 27 ottobre. Il giorno dopo tocca agli anziani con prima lettera del cognome dalla C alla D. Giovedì 29 ottobre i pensionati con cognome dalla E alla K. Venerdì 30 ottobre, anziani con cognome dalla L alla O. L’ultimo giorno del mese gli anziani con il cognome dalla P alla R. Infine i pensionati dalla S alla Z dovranno attendere lunedì 2 novembre.

Rinnovato il servizio con i carabinieri

Gli ultra 75enni hanno la possibilità di farsi ritirare la pensione dai carabinieri. Quest’ultimi, muniti di delega dell’anziano, consegnano a casa la pensione in contanti. Come avviene da più mesi la pensione in contanti arriva in anticipo e scaglionata.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te