La paura della pandemia sommerge di denaro questo titolo che può salire ancora 

Lo scoppio della pandemia e stato un incredibile volano per le Borse. I mercati azionari sono crollati fino al 30% nel marzo 2020 quando sono scattate le restrizioni. Poi i mercati hanno invertito il trend e hanno iniziato a salire come sempre accade dopo una forte caduta. Molti listini azionari dopo un anno dallo scoppio della pandemia avevano valori superiori a quelli di 12 mesi prima.

Non tutti i titoli però sono stati beneficiati nella stessa misura. Alcuni settori azionari hanno goduto di maggiori rialzi rispetto ad altri. Per esempio il settore della tecnologia. I titoli tecnologici stanno correndo senza sosta da 17 mesi. Facebook è una delle azioni che è salita maggiormente. Chi vuole guadagnare con questo titolo può leggere l’articolo: “2,83 miliardi lo usano e in questo modo tutti possono guadagnare con il re dei social”.

La paura della pandemia sommerge di denaro questo titolo che può salire ancora

Molti titoli tecnologici oltre a Facebook hanno goduto di forti rialzi negli ultimi mesi. Apple, Microsoft e la stessa Amazon hanno guadagnato moltissimo. Lo scoppio della pandemia non ha fatto crescere solo il business del mondo digitale. Ovviamente anche il mondo legato alla medicina ha goduto di molta attenzione da parte degli analisti. Molte delle società quotate in Borsa legate alle cure contro il Covid sono schizzate in alto. Tra queste c’è anche una società quotata sulla Borsa Italiana che negli ultimi mesi (e anni) ha realizzato guadagni interessanti. Gli interessi degli operatori professionali per questa azione sono ritornati alti con l’arrivo della nuova ondata da Covid. Recordati da qualche settimana sta guadagnando molto perché la paura della pandemia sommerge di denaro questo titolo che può salire ancora.

Recordati (Isin: IT0003828271) è un gruppo farmaceutico internazionale, attivo nello sviluppo, produzione e commercializzazione di prodotti farmaceutici. Il titolo per circa 11 anni, dal 2001 al 2012, si è mosso all’interno della fascia di prezzo tra 3 e 7 euro. Ad inizio del 2013 Recordati ha iniziato il decollo e i prezzi hanno cominciato a salire. L’azione in 8 anni è passata da 10,4 euro agli attuali 55 euro circa (quotazione al momento dell’analisi). La performance in 8 anni è del 438%. Il titolo negli ultimi sei mesi ha guadagnato il 21% mentre è salito dell’8% dal 22 ottobre al 22 novembre.

Quali prospettive per il titolo

Attualmente i prezzi sono molto vicini al massimo assoluto di 57,9 euro realizzato il 23 agosto scorso. Quando Recordati supererà questo livello, le quotazioni si catapulteranno verso i 60 euro per poi puntare ai 70 euro.

Tuttavia i prezzi, potrebbero anche tornare a scendere. Quota 54 euro è un livello importante. I prezzi scendendo sotto questa soglia accelereranno al ribasso. L’obiettivo probabile sarà in area 48/50 euro.

Approfondimento

I 4 segreti che seguono i risparmiatori che guadagnano molto investendo i propri soldi

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te