blank

La paratha, gustosa piadina mediorientale

Il pane è alla base di tutte le cucine del mondo. Che sia consumato a colazione, pranzo o cena poco importa, la sua versatilità ne fa il protagonista assoluto dei pasti. Un pane tipico del Medioriente è la paratha.

La paratha è una gustosa piadina mediorientale, spesso ripiena o servita semplicemente vuota.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Somiglia vagamente alla piadina romagnola e la sua preparazione è facilissima e d’effetto se si vogliono stupire gli ospiti.

Vediamo come realizzare la paratha, gustosa piadina mediorientale.

Ingredienti

  • 400 gr di farina;
  • 80 ml di olio di semi;
  • acqua tiepida;
  • patate lesse sbucciate e fatte a fette;
  • zenzero fresco;
  • Cipollotto;
  • prezzemolo;
  • sale.

Realizziamo la paratha, gustosa piadina mediorientale

Mettere la farina in una ciotola col sale e l’olio e unirvi l’acqua poco alla volta, finché non si ottiene un panetto dalla consistenza non troppo soda.

Avvolgere il panetto che si è ottenuto nella pellicola e farlo riposare per circa un’ora a temperatura ambiente.

Dividere il panetto in varie palline e lavorarle con le mani. Si dovranno ottenere quindi dei salsicciotti che andranno arrotolati su sé stessi.

Prendere le girelle ottenute e farle riposare una mezz’ora circa. Quando il tempo sarà passato, con un coltello, tagliare in due la girellina e stenderla bene con un mattarello. Si dovranno ottenere delle “piadine” grandi più o meno come la padella dove si andranno a cuocere.

Prendere la prima sfoglia stesa e condirle con le patate lessate e il cipollotto. Mettere la seconda sfoglia sulla prima e, con l’aiuto di un mattarello, appiattire il tutto per ottenere una sfoglia sottilissima.

Su una padella ben calda ed oliata, poggiare la paratha e tagliuzzarla con un coltello per permettere all’aria di uscire. Ungerla un poco con un pennello immerso nell’olio.

La paratha sarà cotta quando si vedranno le classiche striature dorate. Servirla a fette, stando bene attenti alla temperatura interna del ripieno. Sono buone anche il giorno dopo.

Consigliati per te