La nuova truffa dell’SMS che notifica una falsa consegna per prosciugare il conto in banca

Una nuova truffa sta imperversando sia online che nella vita di tutti i giorni. Lo comunica direttamente la Polizia Postale e delle Comunicazioni in una nota stampa. Nell’ultimo periodo, infatti, i malintenzionati si sono inventati un nuovo sistema per colpire chi non ha molta dimestichezza con le truffe online, utilizzando un sistema vecchio ma sempre attuale.

Si tratta di un meccanismo semplice che sfrutta l’ingenuità e la buona fede di tante persone. Specie i meno abituati a fare acquisti online. Gli anziani, ad esempio, sono un bersaglio molto ambito da questi criminali informatici, che sperano di poter ottenere accessi a conti in banca, libretti postali e tanto altro al fine di ripulire tutto.

Questa è la nuova truffa dell’SMS che notifica una falsa consegna per prosciugare il conto in banca.

Come funziona

Il sistema con cui viene messa in atto quest’ennesima truffa è molto semplice. I malcapitati ricevono un semplice messaggio SMS che contiene un link assolutamente simile a quelli inviati dai corrieri postali. Questo messaggio notificherebbe al destinatario l’arrivo di un pacco. Fin qui, niente di sospetto. Non fosse che il link, se cliccato, porta inevitabilmente lo sfortunato utente a scaricare un virus di tipo trojan.

Per indurre i malcapitati a cliccare sul link, il testo del messaggio parla di un pacco in consegna o in giacenza. E invita ad agire entro 48 ore per non perderlo. Gli hacker, sperando che ci sia davvero un ordine in consegna – cosa molto frequente – fanno leva sulla paura del loro bersaglio di perdere la merce e sulla sua ingenuità.

Consigli per proteggersi

A questo punto, una volta cliccato sul link, all’utente viene richiesto di effettuare un pagamento. Di norma nell’ordine di pochi centesimi di euro. Ma tanto basta agli hacker per carpire le informazioni personali degli utenti. In più, di norma, il trojan accede anche alla rubrica dello smartphone e la usa per inoltrare ancora il link a tantissime altre persone.

In consigli della Polizia Postale per evitare la nuova truffa dell’SMS che notifica una falsa consegna per prosciugare il conto in banca sono sempre i soliti. Evitare di cliccare su qualsiasi link ricevuto per SMS, e nel caso in cui dovesse capitare per errore, formattare lo smartphone, informare tutti i contatti in rubrica e modificare le password di tutte le app, soprattutto quelle della propria banca.

Consigliati per te