La nuova mania: il food selfie come souvenir

 La tavola ha sempre rappresentato una occasione per socializzare. Quest’anno stare seduti tutti intorno ad una tavola arricchita con pietanze gustose ha fatto esplodere la nuova mania: il food selfie come souvenir. Secondo una indagine effettuata da Ixè la stragrande maggioranza degli italiani ha postato social fotografie dei piatti consumati a casa o al ristorante. Questa pratica fino a qualche anno fa non esisteva perché i cellulari di quei tempi non permettevano di scattare foto. Questa estate tra evidenti restrizioni di vario genere ha fatto riscoprire non solo il piacere di stare a tavola ma anche una nuova moda. Un italiano su cinque ha fatto un food selfie. E’ la reale fotografia di quello che è avvenuto in estate. Basta sfogliare i social per rendersi conto che gli italiani hanno preferito più far vedere cosa hanno mangiato rispetto a dove sono stati. I nostri conterranei hanno riscoperto il piacere della cucina e del valore del cibo. Un profondo cambiamento determinato dall’emergenza Covid con il lockdown.

Il piacere di stare in cucina

Questa tendenza ha rafforzato il piacere di stare in cucina. Molti italiani si sono sfidati ai fornelli come mai era avvenuto dal dopoguerra. Il motivo è semplice: la maggioranza degli italiani ha preferito sfruttare abitazioni per trascorrere le vacanze in modo da mantenere un certo distanziamento sociale.

Cosa è cambiato

Gli italiani hanno rinunciato a stare tutti assieme ma il momento di socializzazione l’hanno riscoperto tramite social condividendo foto accattivanti con vere e proprie sfide del gusto. Il food selfie ha permesso animate discussioni tra parenti e amici dopo la visione dell’ immagine dell’ultima prelibatezza sfornata o del piatto curioso ordinato.

Il piatto diventa un souvenir

Gli italiani hanno sempre avuto la propensione ad acquistare qualche souvenir quando vanno in vacanza. Quest’anno calamite, prodotti artigianali, magliette sono state messe da parte. I vacanzieri hanno acquistato i prodotti tipici del luogo: dai formaggi, ai salumi, al vino e all’olio extravergine d’oliva. Gli italiani sono stati presi per la gola in tutti i sensi, la nuova mania: il food selfie come souvenir ha contribuito a dare uno scossone ai consumi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te