La moda italiana sbarca in India a caccia di nuovi mercati, intanto parte il primo appuntamento retail su Metaverso

Lungi dal leccarsi le ferite per il sabotaggio del mercato russo nel settore moda, il Belpaese guarda altrove. Soprattutto perché l’isolamento sovietico non sarà a tempo determinato ma a prescindere dagli esiti e dagli sviluppi della guerra, l’Italia non pare intenzionata a tornare ai tempi che furono. La Russia, ad oggi, rimane fuori dalle relazioni commerciali. Infatti il filo dell’ultimo respiratore che tiene in vita il nostro rapporto agonizzante con l’ex URSS ha le ore contate e si chiama “gas”.

In India

Nella giornata di ieri il Ministero degli Affari Esteri ha reso noto del meeting tenuto nel giardino dell’ambasciata italiana in India. L’occasione è stata l’inaugurazione della “Lakmé Fashion Week” della Camera della moda indiana. L’iniziativa è nata dalla collaborazione con Reliance Brands «il colosso del retail indiano che riunisce i più importanti marchi italiani». All’appuntamento è intervenuto con un videomessaggio il Presidente della Camera della Moda italiana, Carlo Capasa. Si tratta nella sostanza dell’apertura verso nuove opportunità per il mercato della moda.

La Russia è fuori

E pensare che nel 2021 l’export della moda italiana in Russia era cresciuto del 24% arrivando a raggiungere circa 1,3 miliardi di euro di fatturato. Tant’è che alla vigilia del conflitto armato l’ambasciatore italiano a Mosca Giorgio Starace aveva detto con fierezza: «l’Italia è il secondo Paese fornitore di beni del sistema Moda in Russia». Questo nei tempi che furono, cioè un mese fa. Adesso molti grandi marchi hanno abbassato le serrande a Mosca e sul territorio sovietico né tantomeno c’è da aspettarsi una richiesta dei nostri brand.

La moda italiana sbarca in India a caccia di nuovi mercati, intanto parte il primo appuntamento retail su Metaverso

E per planare di emergenza in emergenza, la moda ha optato per Metaverso (una realtà virtuale condivisa dove si è presenti tramite il proprio avatar). Così dalla giornata di ieri e fino al prossimo 27 marzo diverse griffes sfileranno a Decentraland che è la capitale della moda nel Metaverso. Tra gli altri saranno di scena i capi di Etro, Dolce&Gabbana, Elie Saab, Tommy Hilfiger. La moda incrocia la tecnologia per testare un nuovo modo di presentarsi al Mondo. Per superare le limitazioni imposte dalla pandemia e dalle tensioni internazionali.

Novità, dunque, nel mercato del lusso. La moda italiana sbarca in India a caccia di nuovi mercati. E intanto parte il primo appuntamento retail su Metaverso. Oggi toccherà ad Etro. Tutto il calendario è disponibile sul sito ufficiale di Decentraland. Una scommessa tutta da scoprire.

Consigliati per te