La moda dei pon pon da fare da soli

Sempre lei, Chiara Ferragni. Dopo l’eye liner a doppia coda, dopo la moda dei costumi low cost , ecco un altro trend per l’estate 2020 lanciato dalla influencer dal braccio d’oro, con 20 milioni di follower in tutto il mondo. Sono i sandali con i pon pon multicolor, le monete e le nappine. Quelli indossati da lei sono firmati Alameda Turquesa e hanno la suola in cuoio ultraflat e pon pon coloratissimi e morbidi in lana.

Sono anni che li vediamo passare, vari brand hanno provato a proporli dal 2016 ad oggi. I sandali si trovano su Asos, belli quelli firmati Gioseppo Fuchsia. Le shopper con i pon pon più famose sono ovviamente quelle mitiche di Dolce & Gabbana. Con pon pon in lana e seta, ricami di pupi e carretti siciliani. Ma spieghiamo ora come si fanno i pon pon da soli, in modo da poterli utilizzare per rinfrescare un paio di sandali di cuoio o una borsa che già abbiamo.

Per partire, una ciambella di cartone

Per fare i pon pon colorati, di lana, di cotone o di rafia, bastano un pezzo di cartoncino leggero, anche ricavato da una confezione (quella dei cereali per la colazione, quella di un detersivo), un po’ di fili colorati, un paio di forbici e un ago grosso da punto croce. Si disegna sul cartoncino un cerchio grande quanto vogliamo grande il pon pon. Quindi si disegna un cerchio più piccolo al centro, diametro mezzo centimetro o poco più. Si ritagliano il cerchio grande e quello piccolo, in modo da ottenere una ciambella a bordo largo, con un buco piuttosto stretto.

Crowfunding immobiliare: ROI operazione 11,25%, ROI ANNUO 9,00%! - Scopri di più »

La moda dei pon pon, da fare da soli

Si infila l’ago con un filo colorato, si mette un punto sul bordo interno della ciambella e si fa un nodo. Poi  si comincia a foderare il bordo della ciambella passando il filo dentro e fuori, come arrotolando un gomitolo. Si prosegue fin quando non si vede più il cartone e non riesce più a passare dal buco interno con l’ago. A questo punto si fissa con un nodo il filo. Poi si prendono delle forbicine e si comincia a tagliare il filo sul bordo, tutto intorno alla ciambella, riportando alla vista il cartone. A questo punto si elimina il disco di cartone tagliandolo via e si scuote energicamente il resto. Il pon pon è fatto. Attenzione a non tagliare il filo, perché servirà per fissare il pon pon al sandalo o alla borsa.

La moda dei pon pon, da fare da soli

E se il pon pon non è venuto bene? Vuol dire che il buco realizzato al centro è troppo largo, dunque il pon pon non resta chiuso abbastanza. Oppure il buco è stretto a sufficienza, ma non si è lavorato abbastanza con l’ago e i fili colorati. Bisogna passare il filo dentro e fuori dall’anello, fino a ricoprire bene il cartone e poi andare avanti finchè non si riesce più a passare con l’ago. A questo punto si lavora con le forbicine per dare l’effetto ‘piumino’.

Dal pon pon al piumino cipria

Quando si prende un po’ la mano e si lavora veloci, come gli artigiani Berberi del Marocco, si può fare il pon pon multicolor, alternando fili colorati a piacere. Se si ingrandisce il diametro del disco grande, ma non del buco interno, si po’ fare un pon pon più impegnativo, in pura lana sofficissima, da utilizzare come piumino per il borotalco o per la cipria.

Scopri Plus500
Scopri Plus500
Bridge Asset
Bridge Asset

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.