La migliore strategia di investimento attuale per guadagnare in modo costante sui mercati

I più ‘scaltri’ sanno come guadagnare soldi in ogni circostanza, anche in piena crisi economica da coronavirus. I crolli di Borsa hanno infatti sconquassato l’ordine che c’era fino a 40 giorni fa e aperto opportunità per tutti, nessuno escluso.

La migliore strategia di investimento attuale per guadagnare in modo costante sui mercati?

“HYCM”/
“HYCM”/

Piccola rendita costante

Ipotizziamo un risparmiatore 40enne che lavora regolarmente da 13 anni e ha una propensione al rischio medio-bassa. Immaginiamo ancora abbia sul conto €70.000 e ne voglia destinare €20.000 agli investimenti di medio termine e in rapporto al suo profilo di rischio. Su cosa potrebbe optare?

Qual è la migliore strategia di investimento attuale per guadagnare in modo costante sui mercati?

Ci potrebbe essere un’idea operativa e la illustriamo.

Se fino a gennaio 2020 una discreta soluzione sarebbe stata quella legata alla scelta di un certificato a barriera profonda, oggi invece quella “opzione” sembra  un’occasione. Ad esempio il certificato a capitale protetto al 100% emesso da Banca Imi (ISIN: XS1984953015) sull’Euro Stoxx50 venerdì scambiava a circa €850, sotto il prezzo di rimborso posto a €1.000. Cioè: l’emittente rimborserà a scadenza, il 29/05/2026, €1.000 su ogni strumento che oggi compro a un prezzo inferiore.

In pratica è quello che succede acquistando un normale BOT.

Pregi e difetti

Qual è la migliore strategia di investimento attuale per guadagnare in modo costante sui mercati? La selezione del giusto rapporto rischio/rendimento. In particolare, i  rischi che ci si accolla comprando tale certificato sono questi due:

  • l’eventuale default di Banca IMI. Al riguardo il rating di lungo termine dato da S&P è ‘BBB’;
  • l’eventualità di venderlo prima della scadenza – per le esigenze personali più disparate – a un prezzo più basso a quello a cui l’abbiamo acquistato. Ma se lo porto a scadenza Banca Imi mi riconosce il 100% del valore nominale.

I vantaggi – meglio: punti di forza – invece si ascrivono ai seguenti punti:

  • il prezzo d’acquisto che la crisi dei mercati finanziari ha portato sotto al prezzo di emissione;
  • il riconoscimento di premi periodici condizionati alle 7 date di osservazione, che sono: maggio ’20, maggio ’21, maggio ’22, maggio ’23, maggio ’24, maggio ’25, maggio ’26. Se a questi pit-stop il certificato dovesse risultare pari o superiore al livello di emissione iniziale (posto a 3.298,8 punti), l’emittente riconoscerebbe un premio. quest’ultimi sono a scalare-crescente alle 7 date e pari a: €19,5; €21,5; €23,5; €25,5; €27,5; €29,5; €31,5.

Tenuto conto dei rischi e dei vantaggi, il prodotto si presta almeno a un’attenta valutazione.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te