La meta della prossima estate è una tra le spiagge libere più belle d’Italia all’interno di una riserva naturale nella regione considerata la più bella del mondo

L’estate tanto desiderata è alle porte e bisogna iniziare a organizzarsi, decidere dove andare, il budget da investire, che tipo di vacanza programmare. Dopo i tempi difficili appena trascorsi è forte il desiderio di andare in un luogo che ci permetta di lasciare tutto alle spalle e di immergersi in una dimensione altra. Non è necessario andare lontano per realizzare questo sogno. L’Italia offre tantissime mete straordinarie, noi di ProiezionidiBorsa proponiamo ogni anno mete meravigliose e sveliamo angoli di paradiso. Continuiamo in questa ricerca sulle mete estive imperdibili del nostro Belpaese.

La meta della prossima estate è una tra le spiagge libere più belle d’Italia all’interno di una riserva naturale nella regione considerata la più bella del mondo

Il National Geographic, il Lonely Planet e il New York Times hanno eletto la Puglia The Best Value Travel Destination In The World 2021, la regione più bella del mondo. Secondo queste testate giornalistiche internazionali, la regione Puglia vanta tradizioni, storia e un patrimonio artistico che non teme concorrenti. Per questo la rendono una delle mete più belle e gettonate per le vacanze estive nel mondo. Andiamo quindi in Puglia, e precisamente nella parte alta del Salento, nel tarantino, dove un angolo di paradiso si conserva intatto.

La riserva naturale regionale orientata del litorale tarantino orientale

Riserva naturale regionale orientata del litorale tarantino orientale è il nome per esteso di questa area, ma tutti la conoscono semplicemente come la riserva di Torre Colimena.

Inserita nell’elenco delle aree protette italiane soltanto nel 2010, si estende su una superficie di oltre 1000 ettari coinvolgendo diverse aree come: i  boschi Cuturi e Rosa, la foce del Chidro, le saline dei Monaci, le dune di Torre Colimena, la palude e le dune del Conte.

La riserva è accessibile al pubblico, ma resta comunque molto isolata, tanto da essere luogo di sosta per decine di specie di uccelli migratori: fenicotteri rosa, storni, aironi, gru, cigni, oche selvatiche e molti altri. Molte anche le specie di rettili e serpenti, tartarughe e mammiferi come ricci, lepri, volpi e scoiattoli.

La spiaggia della Salina dei Monaci

La meta della prossima estate è una tra le spiagge libere più belle d’Italia all’interno di una riserva naturale nella regione considerata la più bella del mondo. Stiamo parlando della spiaggia della Salina dei Monaci. Camminando lungo il sentiero, da un lato c’è la salina, dall’altra, oltre le dune, una tra le spiagge libere più belle d’Italia. La salina è in funzione dal 1731. È realizzata all’interno di una depressione naturale comunicante con il mare attraverso un canale scavato nella sabbia. Oltre queste dune vi è una spiaggia larga e lunga chilometri, libera, con sabbia chiara granulosa e un mare cristallino. Un vero e proprio angolo di paradiso, incontaminato.

L’acqua è subito alta, oltre il ginocchio. È consigliato per i più piccoli che non sappiano nuotare indossare i braccioli prima di lanciarsi in acqua sotto la supervisione di un adulto.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te