La maionese di mandorle si distingue per leggerezza e armonia

La maionese, così appagante e avvolgente, è amata in tutto il mondo. A volte con questa salsa c’è il rischio di farsi prendere un po’ la mano ed esagerare. È fresca e vellutata, ma porta a ogni cucchiaiata un’elevata dose di calorie e colesterolo.

Non è impossibile preparare una maionese un po’ meno grassa di quella tradizionale.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Esistono numerose ricette anche per realizzare una maionese vegana. Si fa a meno delle uova, utilizzando latte di soia, olio di semi e un cucchiaino di senape. Per via della quantità di olio richiesta, anche queste versioni “light” non sono esattamente ipocaloriche.

Proponiamo oggi un’altra ricetta golosa e sana: senza uova e con una minor percentuale di olio, senza soia e derivati. La maionese di mandorle si distingue per leggerezza e armonia.
Le mandorle hanno sì un’alta percentuale di grassi, ma Omega-6 e Omega-3, che tengono basso il colesterolo cattivo in favore di quello buono. Contengono anche proteine, vitamine, antiossidanti, minerali e fibre prebiotiche. Sono un cibo molto sano da integrare nella dieta. Ecco un altro buon motivo per provare la maionese di mandorle, leggiadra e raffinata.

Cosa serve per prepararla

  • 140 gr di mandorle pelate, oppure di farina di mandorle;
  • il succo di un limone fresco, filtrato;
  • 200 ml di acqua;
  • olio extravergine d’oliva q.b.;
  • sale e pepe q.b.;
  • a piacere, aggiungere erbe, spezie o un cucchiaino di senape

La maionese di mandorle si distingue per leggerezza e armonia, con il suo tocco carezzevole, fresco e delicato. Prepararla non è difficile!

È possibile partire da mandorle intere o da farina di mandorle, al naturale. Se si scelgono le mandorle intere, dovranno essere pelate. Consigliamo di lasciarle a mollo nell’acqua per almeno due ore, così si gonfieranno e ammorbidiranno.
Il primo passaggio è frullare le mandorle molto finemente, azionando ad intermittenza il mixer o il frullatore. Aggiungere il succo di limone filtrato e l’acqua. Regolare di sale e se si desidera di pepe, aggiungere erbe e spezie a piacere. Con un pizzico di senape si ottiene un aspetto e un sapore più classico. Altrimenti si può optare per curcuma, noce moscata, prezzemolo ed erba cipollina, o lasciarla al naturale.

Quando la crema è il più possibile uniforme, aggiungere l’olio a filo, circa quattro cucchiai. Le dosi sono indicative, dipendono anche dalla consistenza desiderata e dalle calorie che vorremo concederci! Consigliamo di aggiungerne poco alla volta finché il risultato soddisfa.

Si possono usare mixer o frullatori a immersione, questi ultimi sono perfetti perché permettono il movimento dal basso verso l’alto. Continuare finché la crema non diventa densa, corposa e voluminosa.

Un condimento light delizioso e ricercato

La maionese di mandorle si conserva in frigorifero per quattro o cinque giorni, in un barattolo di vetro a chiusura ermetica. Potrebbe essere necessario rimescolarla prima dell’uso: è meno liscia della tradizionale maionese, non contiene emulsionanti né conservanti.

La maionese di mandorle si distingue per leggerezza e armonia. Per gusto sostituisce quella classica o di soia in modo gentile e piacevole; la consistenza è leggera e meno grassa. Farà un figurone senza sovrastare i sapori più delicati.

Consigliati per te