La lunga fase d’incertezza si è conclusa con un’accelerazione ribassista. Dove comprare le azioni Monnalisa

Il 2021 di Monnalisa è stato caratterizzato da una lunghissima fase di incertezza. Nel precedente report, infatti, ci chiedevamo Da inizio febbraio 2021 le azioni Monnalisa sono in bilico tra rialzo e ribasso, cosa fare?

In quell’occasione commentavamo

L’unica cosa che possiamo fare è ricordare i livelli che comprimono le quotazioni del titolo e monitorare eventuali rotture che potrebbero preludere a forti movimenti direzionali. In particolare, le quotazioni si stanno muovendo all’interno di un canale di prezzi molto stretto delimitato dai livelli 3,81 euro e 4,15 euro.

Alla fine della settimana del 15 novembre c’è stata una chiusura inferiore al livello indicato. Quindi, la lunga fase d’incertezza si è conclusa con un’accelerazione ribassista.

Con la rottura del supporto offerto dal I obiettivo di prezzo in area 3,72 euro, infatti, si sono create le condizioni per il raggiungimento del II obiettivo di prezzo in area 3,04 euro. La massima estensione ribassista, poi, si trova in area 2,36 euro (III obiettivo di prezzo).

In questo scenario i rialzisti potrebbero riprendere il controllo della situazione solo nel caso di una chiusura settimanale 3,72 euro.

È interessante notare che il BottomHunter da qualche settimana sta dando segnali di acquisto. Potremmo, quindi, essere vicini a una svolta rialzista. La rottura al rialzo di area 3,72 euro, quindi, potrebbe essere un’ottima occasione di ripartenza al rialzo.

Il consenso medio è mantenere con un prezzo obiettivo che esprime una sottovalutazione del 31%.

La lunga fase d’incertezza si è conclusa con un’accelerazione ribassista. Dove comprare le azioni Monnalisa secondo l’analisi grafica?

Il titolo azionario Monnalisa (MIL:MNL) ha chiuso la seduta del 13 gennaio a 3,53 euro in ribasso dello 0,28 rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

monnalisa L’unica cosa che possiamo fare è ricordare i livelli che comprimono le quotazioni del titolo e monitorare eventuali rotture che potrebbero preludere a forti movimenti direzionali. In particolare, le quotazioni si stanno muovendo all’interno di un canale di prezzi molto stretto delimitato dai livelli 3,81 euro e 4,15 euro.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te