La liquidità che serve per non morire

Se non vogliamo far chiudere le aziende dopo braccia conserte e saracinesche abbassate bisogna immettere soldi nelle casse. Non ci sono altre strade, i prestiti danneggiano ancora di più e fanno debiti su debiti, l’unica strada è la liquidità che serve per non morire. Coldiretti avvalendosi di un sondaggio Ixè ha calcolato che al 57% delle imprese agricole serve liquidità. Subito, non tra qualche settimana: la pandemia Coronavirus ha inferto un colpo micidiale alle attività. Il comparto è sconvolto per mancanza di esportazione e per la chiusura della catena ristorativa.

Non servono finanziamenti

Purtroppo le critiche al Decreto Liquidità vengono da più parti. Non basta dare prestiti a tassi agevolati per aiutare il settore. Di questo passo si fanno morire più velocemente le stesse aziende che si rivolgono alla banca per avere il prestito garantito dallo Stato. Per metterci una toppa, l’opportunità di tanti soldi per le aziende, è solo fumo negli occhi. Nella sostanza sono poche le aziende che si rivolgeranno alle banche per avere questi finanziamenti, peraltro difficili di vederseli riconosciuti. Il motivo è semplice: bisogna rispettare determinati paletti economici finanziari. Non è un mistero che le banche già prestano i soldi, gli scoperti sono all’ordine del giorno perché l’economia già non gira più come una volta.

L’aiuto di Coldiretti

Con un quadro nebuloso, l’agricoltura prova a trovare una strada per sollevarsi. Ci sono comparti che hanno avuto una crisi profonda: parliamo dei 23mila agriturismi che sono chiusi e quindi non fanno fatturato. Altre aziende dedite all’esportazione si sono visti cancellare le commesse per problemi alle frontiere. Non portare più nel mondo il made in Italy ha messo in ginocchio il settore del vino e del florovivaismo, ortofrutta, formaggi, salumi, pesca e conserve. Se veramente c’è la voglia di aiutare, l’unica cosa da fare è dare la liquidità che serve per non morire. Coldiretti intanto ha attivato uno sportello apposito per venire incontro alle aziende agricole. Questo servizio è utile per informarsi sulle opportunità, ridurre la burocrazia ed evitare file alle filiali delle banche.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te