La guida in 5 mosse per organizzare al meglio la giornata in casa e azzerare lo stress

Organizzare la giornata non è semplice come sembra. Anzi, può essere molto complicato. Un’organizzazione approssimativa o disorganizzata può portarci a rincorrere continuamente il tempo. Essere sempre di fretta causa ansia e stress. Il risultato è che ci affanniamo e non ci godiamo nemmeno un momento.

In questo articolo vediamo la guida in 5 mosse per organizzare al meglio la giornata in casa e azzerare lo stress. Consigli pratici e utilissimi, se si vuole cambiare il proprio atteggiamento nei confronti della vita, con la garanzia che la vita farà lo stesso con noi.

La guida in 5 mosse per organizzare al meglio la giornata in casa e azzerare lo stress

Partiamo dalle basi: mai rimandare. Svegliarsi di primo mattino con una lista fitta di faccende non sbrigate il giorno prima può già incupirci la giornata. Per evitare di procrastinare dobbiamo visualizzare: immaginiamo la nostra futura frustrazione per non aver già sbrigato quello che potevamo.

Il secondo consiglio è: svegliarsi presto, prima di tutti. Il grande Mike Tyson era solito iniziare ad allenarsi alle 4 di notte perché sapeva che in quel momento i suoi avversari stavano dormendo. Prendiamo spunto da lui per vivere la nostra quotidianità. Iniziare la giornata quando intorno c’è la pace ci fa essere molto produttivi e partire in anticipo sul mondo.

La terza mossa è: fare delle liste. A volte crediamo di poter tenere tutto a mente. Beh, non è così. Il nostro cervello dimentica in fretta e passiamo molto tempo a tentare di ricordare. Segnando in una lista i nostri impegni risparmiamo ore ed ore.

L’ordine è impostante, sia fuori che dentro di noi

Il quarto consiglio è: fare ordine. L’ordine fisico influenza quello mentale molto più di quanto crediamo. Vedere una sedia piena di vestiti o un comodino stracolmo di libri può davvero appesantirci l’anima. Bastano 15 minuti di pulizia al giorno per cambiarci dentro.

Quinto e ultimo consiglio è: essere minimali. Minimalismo significa rinunciare al superfluo. Parliamo sia di oggetti materiali che di pensieri cattivi e ingiustificati, che non fanno che riempirci l’anima di scorie. Lavoriamo su noi stessi e sul nostro habitat circostante.

Consigliati per te