La guida definitiva su come vestirsi a un matrimonio senza commettere errori

L’arrivo della primavera e – ancor di più dell’estate – inaugura l’avvio della stagione dei matrimoni. Iniziano, così, a fioccare inviti da parte di parenti più o meno vicini, colleghi di lavoro e amici. Qualsiasi sia il rapporto con i futuri sposi, quando ci si ritrova in mano una partecipazione di nozze, la domanda è sempre la stessa: cosa indossare?

Un quesito che affligge soprattutto le donne, da sempre in continua lotta tra abiti corti o lunghi, colorati o total black, minimal o molto eleganti. L’abito sarà troppo semplice? Avrò esagerato con gli accessori? Posso indossare il nero a un matrimonio?

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ecco allora la guida definitiva su come vestirsi a un matrimonio senza commettere errori.

L’abito lungo solo di sera

La regola aurea è sempre la stessa: gli abiti lunghi e i pantaloni a palazzo vanno indossati solo in occasione di matrimoni serali. Di giorno, l’outfit della invitata impeccabile deve invece prevedere abiti al ginocchio (mai minigonne!), pantaloni non troppo ampi e jumpsuit.

Mai vestirsi di nero o di bianco ai matrimoni

In molte pensano che, quando si è invitate a un matrimonio di sera, sia meglio vestirsi di nero, perché appunto il nero è simbolo di eleganza e raffinatezza. Niente di più sbagliato: i colori banditi ai matrimoni – per l’outfit delle invitate – sono il nero e il bianco. Il primo perché rimanda, tradizionalmente, al lutto (e nel giorno del matrimonio non è proprio il caso). Il secondo perché è importante lasciare la scena alla sposa, l’unica che quel giorno dovrà apparire candida. Quindi meglio optare per colori pastello (rosa, verde, celeste, etc…) per gli abiti di giorno e per i blu, i verde smeraldo, i porpora la sera. L’unica eccezione nell’indossare i colori proibiti è nel mescolarli: sì quindi ad outfit black&white.

Attenzione agli accessori

Al bando plateau e zeppe: meglio delle décolleté o delle Chanel per matrimoni che si svolgono di giorno e sandali gioiello la sera. Se l’abito indossato è particolarmente semplice si può osare con degli accessori un po’ più stravaganti, con pietre e colori d’impatto. Ad impreziosire l’outfit l’ultimo accessorio: le borse. No a borse grandi e capienti, si a piccole clutch (borse di piccole dimensioni generalmente rigide) da abbinare all’abito. La clutch dovrà essere così piccola da poter contenere solo lo smartphone, il mascara e un pacco di fazzoletti!

Less is more

Gli abiti sfoggiati dalle invitate al “Castello delle Cerimonie” sono l’antitesi dell’outfit perfetto da matrimonio. Nel giorno delle nozze, le invitate devono puntare sulla semplicità e sull’essenzialità. D’altronde, lo spiega meno il detto inglese “less is more”, letteralmente “meno è meglio”. È meglio evitare abiti ampollosi, ricoperti di pietre, piume e paillette e pizzi. Niente spacchi o scollature vertiginose: il passo tra sensualità e volgarità è brevissimo. Niente calze: che sia di giorno o di sera, l’errore più grave che si possa commettere è indossare le calze color carne!

Finalmente con la guida definitiva su come vestirsi a un matrimonio senza commettere errori, si indosserà sempre un outfit da far invidia a tutte le invitate.

A questo link invece si può scoprire qual è il capo perfetto a cui non si può rinunciare in questa primavera.

Consigliati per te