La grande novità del 2021 è il patentino Covid?

Alcuni giorni fa, Proiezionidiborsa, nell’articolo “Milioni di italiani potrebbero essere obbligati a fare il vaccino”, ha affrontato la tematica sull’obbligatorietà del vaccino. E proprio, in riferimento a tale tema, risponde oggi ai propri Lettori che chiedono: la grande novità del 2021 è il patentino Covid?

Se sembra lontana oggi la probabilità di rendere il vaccino obbligatorio, si inizia a spingere per una sorta di patentino Covid. Ovvero, si tratta di una sorta di patentino di immunità, una certificazione che consentirebbe un avvio più rapido della normalità.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

A richiederlo sono soprattutto le Regioni, per favorire più facilmente l’accesso alle strutture e servizi pubblici a coloro che si sottopongono al vaccino. E questo potrebbe essere anche un incentivo a fare il vaccino anche per i contrari.

In questa maniera chiunque abbia fatto il vaccino avrà una sorta di pass per viaggi, sport, cinema, teatri. Oltre alle Regioni, a richiedere un tale strumento è soprattutto il settore del turismo.

Cos’è il patentino Covid

La grande novità del 2021 è il patentino Covid, una sorta di patente di immunità, di passaporto digitale di immunizzazione. Con il patentino Covid si potrebbe accedere liberamente a voli, piscine, teatri, hotel, insomma a tutti i servizi che più hanno risentito della crisi epidemiologica.

Perché si parla di patentino Covid? Cos’è? È una sorta di input per tutti a vaccinarsi. Pertanto, considerato che il Governo finora ha dichiarato che non ci sarà obbligatorietà del vaccino, non si nega che chi si vaccinerà avrà maggiore mobilità. Ad ogni modo, prima di approdare al patentino Covis, bisognerà garantire la disponibilità dei vaccini ad un’ampia parte della popolazione. Nel frattempo, si sta lavorando ad una App o piattaforma, che consentirà di prenotarsi, di mettersi in lista e fissare l’appuntamento per la somministrazione.

Non resta che tenere le dita incrociate e aspettare che sia al più presto disponibile per tutti, e poter ricominciare a vivere la normalità.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te