La grande crisi mentre i conti correnti degli italiani traboccano di soldi e risparmi?

Covid-19 e crisi economica? Neanche l’ombra a giudicare dai dati diffusi dall’Abi (l’Associazione dei Bancari Italiani), che testimonia come oggi vi siano conti correnti più ricchi di sempre. Vediamo allora  la grande crisi mentre i conti correnti degli italiani traboccano di soldi e risparmi.

I dati dell’Abi

Sembra un paradosso ma tra i pochi vantaggi del lockdown vi è quello per cui i depositi bancari degli italiani siano oggi tra i più ricchi di sempre. I saldi bancari sono infatti cresciuti di +30 miliardi di euro, stabilendo appunto diversi record. Il primo, è la media pro-capite di giacenza sul conto corrente di ciascuno pari a €18.753. il secondo record è in termini di “valore assoluto cumulato”, ovvero un totale di ben €1.630 miliardi di euro. Ovvero +€30 miliardi rispetto all’era pre-Covid che porta legittimamente a dire che …gli italiani non sono mai stati così ricchi come ai tempi del Covid-19! Anche il Financial Times indirettamente testimonia come il dato italiano sia peraltro in linea con il trend di tutti gli altri Stati d’Europa. Ovvero i depositi crescono ovunque, tranne che nella ricca Germania.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 50% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Numeri da record che cozzano comunque coi brutti dati del bilancio pubblico, anch’esso destinato a inanellare altri record. Ma negativi, stavolta. Un debito ormai vicino ai €2.500 miliardi.

Le determinanti dei numeri

C’è sempre un perché dietro i numeri. L’incremento della giacenza media dei depositi bancari è dovuta ai percettori dei redditi fissi che con il blocco della Fase-1 non hanno potuto spendere. Stiam parlando dei milioni di percettori di reddito fisso (pensionati e dipendenti pubblici su tutti) che hanno continuato a riscuotere. Senza riuscire a spendere più di tanto. Se da un lato molte famiglie hanno dovuto attingere ai pochi risparmi per far fronte all’emergenza, dall’altro molte altre li hanno accresciuti. Ponendo peraltro seri dubbi sull’efficacia della politica economica del Governo. Ma non sarebbero stati eletti per “redistribuire” ricchezza?

Le cifre fornite dall’Abi consentono poi di fare il saldo in base anno su anno, ossia maggio 2019 – maggio 2020. Il risultato è un altro record, se è vero, come lo è, che i depositi dei cittadini italiani un anno fa arrivavano a “soli” €1.518. Vuol dire infatti che sono cresciuti di +100 miliardi in un solo anno.

La grande crisi mentre i conti correnti degli italiani traboccano di soldi e risparmi? Che record!

Aldilà delle ricchezze dei depositi bancari  dobbiamo ricordare anche le altre forme di attivi detenuti dalle famiglie italiane. Tra queste, citiamo i quasi 4.000 miliardi di euro investiti tra azioni ed obbligazioni. Ma ancor di più vale il patrimonio immobiliare nazionale, valutato in quasi cinque mila miliardi di euro. Rammendiamo infine il totale dei debiti dei privati italiani, che non superano i €1.000 miliardi.

Consigliati per te