La formazione riparte in modo innovativo con gli eventi LiveStream di Alfio Bardolla Training Group

Alfio Bardolla Training Group è un’azienda di formazione finanziaria personale, leader in Europa. Con oltre 100 collaboratori, ad oggi ha formato più di 43.000 professionisti.

Il gruppo, nella persona del CEO Alfio Bardolla, ha deciso di reagire al blocco degli eventi formativi live causato dalla pandemia. Lo ha fatto adottando un’innovativa tecnologia che consente di organizzare videoconferenze con numerosi partecipanti in modalità totalmente interattiva.

Una decisione dettata dalla necessità di supportare un settore in grande difficoltà, che genera un indotto di 64,7 miliardi di euro, con un impatto diretto sul PIL di 36,2 miliardi di euro all’anno e che impiega oltre 560mila addetti.

“Come molte altre realtà, siamo costretti a interrompere tutti i nostri corsi dal vivo fino a data da destinarsi. Ma come insegniamo nei nostri corsi, per avere successo bisogna porsi obiettivi ben definiti e avere un atteggiamento flessibile, per essere in grado di adattarsi al cambiamento”, ha dichiarato Alfio Bardolla. “Inoltre, come leader del settore sentiamo la responsabilità di trovare soluzioni innovative per supportare le molte realtà del nostro comparto attualmente in difficoltà. Spesso dai momenti di crisi nascono nuove idee e opportunità; noi abbiamo deciso di sfruttare le potenzialità offerte dalla tecnologia per innovare il settore e continuare a offrire i nostri servizi al meglio”.

L’innovazione di Alfio Bardolla Training Group

La società ha dunque condotto un progetto di screening per individuare le migliori possibilità disponibili sul mercato, alla ricerca della soluzione perfetta per le proprie esigenze. E ha individuato un nuovo concept per eventi digitali, progettato per ottenere la massima efficacia nelle inquadrature di una ripresa live di tipo televisivo.
L’azienda ha deciso di utilizzare spazi con grandi schermi LED per veicolare i contenuti. In questo modo, offre ai relatori presenti in studio, nel rispetto delle norme di sicurezza, la possibilità di vedere il pubblico collegato in videoconferenza. E soprattutto interagire con i partecipanti, grazie alla “platea virtuale” trasmessa live su un grande face-wall.

Consigliati per te