La Ferrari perde colpi non solo in pista, ma anche in Borsa: dove sono dirette le quotazioni?

Da inizio agosto la Ferrari perde colpi non solo in pista, ma anche in Borsa: dove sono dirette le quotazioni?

Guardando i grafici dei prezzi, infatti, notiamo subito come gli ultimi mesi siano stati di grande sofferenza per la casa del Cavallino Rampante. Basti pensare che negli ultimi 30 e 90 giorni la performance della Ferrari e del settore di riferimento è stata 3,1% e 31%, 9,1% e 66,6%, rispettivamente. Non è che allungando l’orizzonte temporale le cose siano andate meglio, ma il titolo ha perso molta forza relativa.

Questa debolezza del titolo si ritrova nelle raccomandazioni degli analisti che esprimo un prezzo obiettivo medio in linea con le quotazioni attuali e un consenso medio Outperform. Anche utilizzando la valutazione basata sui multipli di mercato si ottengono risultati che indicano come le attuali quotazioni siano in linea con i multipli di mercato.

Se la Ferrari perde colpi non solo in pista, ma anche in Borsa: dove sono dirette le quotazioni secondo l’analisi grafica e previsionale?

Le azioni Ferrari (MIL:RACE) hanno chiuso  la seduta del 8 settembre in ribasso dello 1,17%,  a quota 160,95 euro rispetto alla seduta precedente.

Time frame giornaliero

È su questo terreno che si gioca la partita del titolo Ferrari. Dall’analisi su questo time frame, infatti, sarà possibile capire in anticipo cosa accadrà nel medio/lungo periodo.

Come si vede dal grafico, le quotazioni hanno raggiunto il I obiettivo di prezzo in area 165,291 euro a inizio agosto e da allora è iniziato un lento movimento laterale/ribassista che si è appoggiato sul supporto in area 159,733 euro. Una chiusura giornaliera sotto questo livello dovrebbe far scattare i primi campanelli di allarme, mentre una chiusura giornaliera sotto area 156,171 euro farebbe invertire al ribasso la tendenza in corso.

Viceversa, la decisa rottura in chiusura di giornata di area 165,293 euro proietterebbe le quotazioni verso gli obietti indicati in figura. Da notare che la massima estensione rialzista si trova in area 195 euro.

ferrari

Ferrari: proiezione rialzista in corso sul time frame giornaliero. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

Time frame settimanale e mensile

La tendenza in corso su entrambi i time frame è rialzista e ha obiettivi molto ambiziosi. Ad esempio sul mensile la massima estensione del rialzo in corso si trova in area 368 euro.

I livelli sotto i quali la tendenza in corso invertirebbe al ribasso sono 149,9 euro e 145,472 euro sul settimanale e mensile, rispettivamente. Monitorarli con molta attenzione in chiusura di time frame.

ferrari

Ferrari: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

ferrari

Ferrari: proiezione rialzista in corso sul time frame mensile. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

Approfondimento

Perché il mese di agosto potrebbe essere per FCA il trampolino di lancio verso rialzi di oltre l’80% dai livelli attuali

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te