La fase laterale sul titolo B. F. è in corso da circa un anno. Dove potrebbero dirigersi le azioni B. F.?

B. F. è una società che opera nel settore agricolo con una capitalizzazione di oltre 600 milioni di euro. Nonostante non sia una piccola società, però, gli scambi che ogni giorno la interessano sono veramente ridotti al minimo. Nelle ultime settimane, infatti, parliamo di un controvalore medio scambiato giornalmente inferiore ai 50.000 euro. Questo apparente disinteresse è abbastanza incredibile se si pensa che società come ENI e Intesa Sanpaolo nei mesi scorsi hanno acquistato ciascuna il 3% del capitale.

Questo ridotto interesse potrebbe spiegare perché la fase laterale sul titolo B. F. è in corso da circa un anno. In casi come questo diventa estremamente complicato andare a individuare in anticipo quello che potrebbe essere lo scenario più probabile.

Eppure dal punto di vista del business aziendale, vista la situazione internazionale, potrebbe essere il momento giusto per interessarsi al titolo. La società, infatti, è attiva nella coltivazione e commercializzazione di prodotti agricoli, tra cui cereali, colture oleaginose, orticoltura e ortaggi e piante medicinali. La Società coltiva e sviluppa una serie di prodotti alimentari come riso, mais e orzo, grano duro e tenero, barbabietola da zucchero, erba medica, girasole, soia, ortaggi, erbe e frutta, mele, pere, angurie, meloni, pomodori, patate, fagioli, finocchio, passiflora e melissa, tra gli altri.

Dal punto di vista della valutazione in termini di multipli di mercato, le azioni B.F. risultano essere sopravvalutate qualunque sia l’indicatore utilizzato. Fa eccezione il Price to Book ratio in linea con la media del settore di riferimento. Secondo, invece, il fair value, calcolato con il metodo del discounted cash flow, le azioni B. F. sono sottovalutate di circa il 90%.

La fase laterale sul titolo B. F. è in corso da circa un anno. Dove potrebbero dirigersi le quotazioni?

Le azioni B.F. (MIL:CULT) hanno chiuso la seduta del 18 maggio a quota 3,53 euro, in ribasso dello 0,85% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

Da circa un anno le quotazioni, salvo qualche rapidissima escursione, sono comprese all’interno del trading range 3,345 euro e 3,7252 euro. A questo punto solo la rottura di uno di questi due livelli potrebbe dare direzionalità alle quotazioni.

Al rialzo i probabili obiettivi sono quelli indicati dalla linea continua e vedono la massima estensione rialzista in area 4,34 euro. Al ribasso, invece, l’obiettivo più probabile potrebbe andare a collocarsi in area 2,61 euro.

B.F. Group

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te