La domanda di pensione anticipata scade il prossimo 30 novembre in questi casi

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Coloro che intendono collocarsi in quiescenza utilizzando la soluzione dell’APE sociale o della pensione anticipata INPS per precoci, hanno poche settimane per inoltrare la domanda. Nello specifico, si tratta di tutti quei lavoratori che matureranno i requisiti entro il prossimo 31 dicembre e possono già avviare la procedura. I Tecnici di ProiezionidiBorsa vi illustrano come e cosa fare al riguardo.

Per chi vale il termine del 30 novembre

Se entro la fine dell’anno maturerete i requisiti per l’ottenimento dell’APE Sociale o rientrate tra i lavoratori precoci, potete già avviare la richiesta di pensionamento. Anzi, dovreste affrettarvi a svolgere tutte le pratiche che richiede l’iter perché la domanda di pensione anticipata scade il prossimo 30 novembre in questi casi. È questo il termine fissato per la presentazione delle istanze di verifica dei requisiti delle due formule. Vediamo meglio chi può beneficiare dell’una o dell’altra.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

La domanda di pensione anticipata scade il prossimo 30 novembre in questi casi

Per quel che riguarda l’APE sociale, è doveroso dire che non si tratta di un pensionamento anticipato vero e proprio. Piuttosto, è un prestito-ponte a carico dello Stato che accompagna il contribuente alla pensione di vecchiaia. Questa formula è particolarmente indicata per quei contribuenti che si trovano in una delle seguenti tutele: stato di disoccupazione, assistenza ai familiari disabili o invalidità. Coloro che hanno terminato l’attività lavorativa e compiono almeno 63 anni entro il 2020, possono fare richiesta entro il 30 novembre.

A questi requisiti si aggiunge anche quello contributivo che prevede un montante di almeno 30 anni di contributi lavorativi.   La domanda per ottenere il riconoscimento entro l’anno 2020, si deve inoltrare entro la fine del mese di novembre. L’INPS prenderà in esame le richieste tardive solo se saranno presenti ulteriori risorse. Coloro che matureranno i requisiti il prossimo anno, potranno presentare l’istanza entro le seguenti date: 31 marzo, 15 luglio e 30 novembre 2021.

Nel caso di accertato lavoro gravoso, ricordiamo, i requisiti del pensionamento anticipato prevedono 41 anni di contributi come unica condizione. Anche per loro la domanda di pensione anticipata scade il prossimo 30 novembre in questi casi.

Approfondimento

Pensioni precoci: le 3 regole d’oro per accedere

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te