La corsa economica della Cina non sembra finire mai

Mentre l’economia mondiale ristagna e cerca con grande difficoltà a riprendersi dagli effetti della pandemia legata al Covid 19, quella cinese, almeno secondo i dati economici, sembra aver ripreso la sua corsa sempre più accelerata.

Un anno fa la Cina chiudeva le fabbriche e cercava di tamponare gli effetti del virus iniziando il primo lockdown della storia moderna.

Inizialmente, sempre per motivi economici, il regime cinese cercò di minimizzare il problema e di non far uscire notizie allarmanti sulla pandemia dilagante.

Poi prese la decisione di chiudere tutto con sistemi veramente forti.

Oggi, quando molte economie delle potenze mondiali, compresa quella del nostro Paese, sono ancora in recessione, il PIL cinese del quarto trimestre è esploso.

Nel quarto trimestre del 2020, nel solo periodo tra ottobre e dicembre, l’economia cinese è cresciuta del 6,5% su base annua. Più di quanto avveniva nel periodo pre-Covid.

La corsa economica della Cina non sembra finire mai

Economia cinese sempre più forte? Il primo trimestre dell’anno 2020 fece avere un calo al sistema economico cinese pari al 6,8% cosa mai avvenuta prima, da quando furono introdotte le prime misure di economia capitalistica.

Moltissimi investitori uscirono dalle loro posizioni ed investimenti nel mercato cinese, e col senno del poi fu una scelta non fatta bene.

La stretta sanitaria ha comunque avuto i suoi effetti e già nel secondo trimestre del 2020 l’economica faceva una timida ripresa del 3,2%, rafforzata nel terzo trimestre da un + 4,9%.

L’aumento nel quarto trimestre ha qualcosa di sbalorditivo. In questa maniera l’espansione economica del dragone asiatico è superiore addirittura a quella relativa all’anno 2019.

Questa enorme crescita economica continuerà ancora nei prossimi mesi?

I dati analizzati sembrerebbero confermare questa ipotesi.

Con il capodanno cinese alle porte anche i consumi interni, che l’anno scorso hanno avuto una battuta di arresto, daranno nuovo impulso a questa crescita.

Il capodanno cinese inizia il 12 febbraio 2021, e questo è l’anno del bufalo o bue, animale particolarmente di buon auspico per gli affari.

La Borsa di Shangai cosa ha fatto?

La Borsa di Shangai può solo confermare questa ripresa e attualmente è sui valori massimi.

L’indice Shangai Composite (SSEC) è a quota 3622 circa, come sempre ben superiore allo stesso periodo pre-Covid.

La corsa economica della Cina non sembra finire mai. La Borsa cinese sarà come sempre una delle migliori?

I dati macro economici, per adesso, sembrano confermare questo indirizzo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te