La città storica e romantica perfetta per un weekend di vino e cultura

Siamo a ottobre ma la nostra voglia di cultura, viaggi, gastronomia e vino non è certo finita con l’estate. Anzi, con l’arrivo dei primi freddi, gli italiani che se lo possono permettere amano viaggiare e scoprire nuove cose.

In particolare, pare che si stia diffondendo sempre di più un turismo etico basato sulla riscoperta della nostra Europa. Nel nostro vecchio continente ci sono una serie di tradizioni e di culture che il mondo intero ci invidia. E, come si sottolineava prima, sempre più italiani cercano di riscoprire queste culture e tradizioni.

Con l’Unione Europea è diventato davvero facile viaggiare in Europa e la meta di cui vogliamo parlare oggi si trova in Francia. Ecco, dunque, la città storica e romantica perfetta per un weekend di vino e cultura.

Un’antica capitale

Reims è la capitale storica della regione che produce alcuni dei vini migliori del Mondo. Parliamo naturalmente della Champagne e degli champagne, ma la città ha un passato ben più antico.

Gli storici, infatti, ci indicano che il nome Reims ha un’origine addirittura preromana, celtica. Con l’arrivo dell’Impero, la città cominciò a chiamarsi Durocortorum e Giulio Cesare la scelse come base di legioni. La vita della città venne completamente sconquassata con l’arrivo dei barbari, in particolare i Vandali la conquistarono e distrussero nel 406 dc.

La città storica e romantica perfetta per un weekend di vino e cultura

Proprio con l’arrivo del Medioevo, però, la città assunse un ruolo di guida della Francia e dell’Europa. I suoi vescovi e gli arcivescovi rivestivano posizioni di prima importanza nel Regno di Parigi. L’atto fondativo della città nuova e del Regno dei Franchi fu proprio il battesimo di Clodoveo.

Questo Re è considerato il primo dei re dei franchi. Da questo momento, infatti, nella cattedrale di Reims venne svolta la cerimonia chiamata “sacre”, ovvero l’apposizione della corona regale francese dai vescovi della città ai re. L’ultimo Re che si fece coronare a Reims fu proprio Luigi XVI.

Purtroppo, durante la prima guerra mondiale la città venne parzialmente distrutta dai tedeschi e si pensa che l’80% degli edifici si danneggiò irreversibilmente. Dunque, oltre a visitare per ore la cattedrale si consigliano varie tappe in enoteche specializzate nella vendita degli champagne. Questi vini possono anche trovarsi a basso prezzo.

Approfondimento

È questa la città francese con due fiumi e una gastronomia d’eccellenza.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te