La Cina cresce a debito: subprime in salsa cinese in vista?

Mostruosi dati cinesi in uscita in orario inusuale per il colosso asiatico.
Massa monetaria a +8.5% contro un consensus +8.2%, crescita dei prestiti a +13.2% contro 12.8%attesi! Ma soprattutto nuovi mutui a 1450.0 B vs 1200.0 B attesi.

Mostruoso!

La bella notizia è che la Cina cresce anche all’interno e non solo grazie a esportazioni di scopiazzature a basso prezzo se non direttamente commissionate dalla case madri in cerca di manodopera a basso prezzo da sfruttare. Quindi bella notizia molto per modo di dire.

La brutta notizia è che questa crescita interna impetuosa, sta avvenendo quasi totalmente a debito. La qual cosa dovrebbe ricordarci qualcosa avvenuto giusto una decina di anni fa.

A quell’epoca in Cina manco sapevano come costruire strutture per moltiplicare le fonti da cui erogare credito tendente all’infinito. Ora , è certo, studiando qua e là (perché definirlo sempre copiare…) hanno ben imparato anche questo.
La Banca centrale cinese sta stampando Yuan come banconote del Monopoli , non solo non emette pari debito ma anzi compra quello americano per finanziarsi e tenere “buoni” rapporti col Presidente di turno.

 

La banche “private” finanziano il grande pubblico agevolmente e fin qui nulla di strano anzi la crescita va sostenuta e finanziata. Sarebbe interessante sapere se però anche nel regno del Dragone stanno replicando la follia di crediti concessi senza alcuna garanzia valida ovvero, a livello imprenditoriale, su progetti inesistenti o chiaramente senza alcuna prospettiva valida come accaduto, ad esempio, in Italia, nelle ultime fasi della bolla immobiliare…

Se poi avessero imparato anche a cartolarizzare i debiti e costruire CDS per facilitare la ri-creazione di liquidità da concedere in prestito il quadro a tinte fosche che già si è abbattuto sul mondo occidentale potrebbe prima o poi riproporsi anche in Cina.

Ma , visto che non si vuole fare i disfattisti vediamo di darci una chiave di lettura semplice per tenere monitorata la situazione che comunque al momento pare sotto controllo.

E’ davvero semplice: basterà tenere monitorato il cambio dello Yuan per capire se l’insieme del debito pubblico e privato dei cinesi verrà recepito dal mercato più come opportunità che come rischio, quindi, attenzione, nel momento in cui il cross dollaro/yuan dovesse iniziare a salire in modo significativo e costante sarà opportuno prendere in considerazione l’arrivo di una vera e propria tempesta cinese.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te