La chiusura di marzo potrebbe lanciare GEOX verso un rialzo con un massimo potenziale del 300%

Dopo anni in cui la sua performance è stata inferiore alla media del settore, la chiusura di marzo potrebbe lanciare GEOX verso un rialzo con un massimo potenziale del 300%.

La strada, però, stando a quanto si può osservare dalla valutazione del titolo con diversi metodi, potrebbe non essere lineare. Ad esempio, la società gode di livelli di valutazione interessanti con un EV/Sales ratio relativamente basso rispetto ad altre società del settore. Inoltre risulta essere sottovalutata del 60% circa rispetto al suo settore di riferimento.

Se, invece, si passa alla valutazione basata sui multipli degli utili GEOX risulta essere fortemente sopravvalutata. Giudizio confermato dagli analisti che hanno un consenso medio mantenere e un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 3% circa.

Un altro punto debole del titolo è legato al rapporto debito/margine operativo lordo (EBITDA) che risulta essere relativamente elevato.

La chiusura di marzo potrebbe lanciare GEOX verso un rialzo con un massimo potenziale del 300%: queste sono le indicazioni dell’analisi grafica

l titolo GEOX (MIL:GEO) ha chiuso la seduta 22 gennaio a quota 0,764 euro in ribasso dello 1,93% rispetto alla seduta precedente.

Come già ribadito in un precedente report, il titolo ha un potenziale rialzista enorme. La chiusura di marzo potrebbe finalmente far esplodere al rialzo le quotazioni del titolo. È sul mensile, infatti, che si stanno creando le migliori condizioni per un rialzo duraturo delle quotazioni di GEOX.

Una chiusura mensile, infatti, superiore ai livelli 0,8/0,886 euro farebbe scattare la proiezione rialzista i cui livelli sono indicati dalle linee tratteggiate. A parte la massima estensione che vede un potenziale rialzo del 300% circa rispetto ai livelli attuali, anche il raggiungimento del I obiettivo di prezzo in area 1,34 euro implicherebbe un rialzo superiore al 50%.

Segnali di debolezza si avrebbero solo nel caso di una chiusura settimanale inferiore a 0,736 euro.

Da notare che al momento mentre sul settimanale sia il BottomHunter che lo Swing Indicator sono impostati saldamente al rialzo, sul mensile il solo BottomHunter ha dato il segnale di acquisto dalla lontana chiusura di dicembre 2020.

Time frame settimanale

geox

Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

geox

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te