La cessione del credito di imposta diventa un boomerang

La cessione del credito di imposta diventa un boomerang per il super ecobonus del 110%. La misura consente di trasformare la detrazione in credito d’imposta da cedere a terzi o alla ditta che esegue materialmente i lavori di efficientamento energetico. Il tema è particolare, meglio analizzare i vari risvolti che spesso non conosciamo.

Fare l’impianto senza spendere un euro

L’impianto è gratis non c’è nessun dubbio ma bisogna stare attenti a dei particolari. Non bisogna cadere in pericolose truffe che sono sempre dietro all’angolo. Il proprietario dell’immobile deve valutare bene prima di apporre la firma sotto al contratto. L’errore di fondo sta proprio nel credere di ottenere l’impianto gratis. Non è tutto oro quello che luccica.

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Cosa può succedere

Focalizziamo l’attenzione tra “non pagare i lavori” e “pagarli con il credito d’imposta” Il proprietario dell’abitazione materialmente paga perché il credito di imposta che gli spetta se lo acquisisce un altro. Ma se l’Agenzia delle Entrate contesta la spesa dopo qualche anno cosa succede? Qui sono dolori per te e non certamente per l’azienda che ha ottenuto il credito di imposta.

L’Agenzia delle Entrate pretende da te la spettanza della detrazione e del credito oltre a sanzioni e interessi.

La cessione del credito di imposta diventa un boomerang a questo punto

La ditta fa i lavori come da accordi si prende a carico il credito di imposta del cliente ed è sollevato da qualsiasi azione successiva da parte di organi di controllo. Per evitare di finire in questo tranello, meglio affidarsi ad aziende serie. La ditta ha sovrastimato i lavori che bisogna fare? Il proprietario dell’immobile rischia direttamente. Alla ditta gonfiare i lavori conviene perché il vantaggio è di recuperare più credito di imposta. L’impresa ha rischio zero.

L’Agenzia delle Entrate contesta al proprietario dell’immobile la misura o la tipologia dei lavori eseguiti. Nel contempo il credito di imposta viene disconosciuto e l’Agenzia delle Entrate avvia la pratica per il recupero delle somme.

Come evitare le truffe

Il super ecobonus del 110% è una occasione ma bisogna stare attenti a non finire nelle mani sbagliate.

Due azioni da fare per tenere le spalle coperte da spiacevoli sorprese. Primo far svolgere sopralluoghi per verificare se l’abitazione ha i dovuti requisiti. Solo dopo iniziare la trattativa sul prezzo dei lavori. Gonfiare non conviene,  in questo specifico caso  la cessione del credito di imposta diventa un boomerang.

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.