La cellulite peggiora prima di migliorare e l’acqua aiuta gli edemi ad assorbirsi e a combattere la ritenzione idrica per questi semplici motivi

La cellulite si forma nei tessuti quando la struttura delle cellule adipose subisce un cambiamento che da vita a una maggiore circolazione di trigliceridi. I liquidi presenti nei capillari vicini si concentrano in una determinata zona mentre le sostanze chimiche sintetizzate dall’infiammazione iniziano a lavorare creando l’edema.

Con l’età, la cellulite tende ad aumentare per via dei problemi circolatori e per via di un processo degenerativo legato agli ormoni che limitano gli estrogeni, rallentando la lipolisi. Essendo un problema legato a cause diverse, la soluzione non è semplice e incorrere in risultati altalenanti potrebbe essere normale.

Certamente avere una dieta equilibrata aiuta i trattamenti estetici a essere produttivi. Questi trattamenti vengono fatti attraverso cicli, per cui i periodi in cui sono programmate le sedute si alternano ai riposi. Se durante i periodi di riposo la cellulite si ripresenta non dobbiamo desistere. Questo può accadere proprio perché la causa della sua formazione non è una sola. Se il nostro stile di vita è regolare, proviamo ad aspettare la fine del trattamento prima di trarre conclusioni.

Fare confusione

L’acqua è una preziosa alleata nella lotta contro la cellulite. Esistono molte notizie imprecise circa i benefici e le controindicazioni riguardanti il suo consumo. Per esempio, molti sono convinti che bere acqua aumenti la ritenzione idrica ma questo è un errore. Se non abbiamo patologie che causano ritenzione idrica, questa sarà il risultato dello squilibrio tra sodio e potassio presente nel nostro organismo. Il sodio trattiene l’acqua ed essendo contenuto in tanti alimenti, oltre che nel sale, questo squilibrio non è anormale. La cellulite edematosa è un primo stadio, quindi più facilmente contrastabile. Riguarda le cellule adipose presenti nello strato sottocutaneo che diventano più grandi quando il microcircolo non funziona come dovrebbe. La cellulite peggiora prima di migliorare in attesa che il microcircolo torni alla normalità. Farmaci, gravidanza e vita sedentaria in genere sono un ostacolo.

Ecco perché la cellulite peggiora prima di migliorare e l’acqua aiuta gli edemi ad assorbirsi e a combattere la ritenzione idrica

Se non si tratta di casi gravi, gli edemi possono riassorbirsi dopo qualche settimana con i trattamenti giusti. Da sole, le bevande drenanti potrebbero avere scarsi effetti. Bere almeno 1 litro e mezzo di acqua è fondamentale soprattutto nelle prime ore della giornata.

Sono quelle le ore in cui si perdono più liquidi e la dose da assumere deve essere suddivisa durante la giornata e non concentrata in pochi momenti. Durante l’estate il fabbisogno aumenta per via delle condizioni climatiche. Ritenzione idrica, insufficienza venosa o gonfiori sono dovuti alle difficoltà nello smaltimento dei liquidi che possono portare alla stitichezza. Bere aiuta a espellere le tossine dal sangue grazie alla stimolazione della funzione renale che migliora la circolazione. Ma anche la ginnastica in acqua aiuta la circolazione per via della pressione esercitata sugli strati sottocutanei.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini dei nostri lettori nell'utilizzo degli strumenti, degli ingredienti e dei prodotti per la cura della persona. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con gli strumenti, ingredienti e prodotti normalmente utilizzati per la cura della persona e il make up. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te