La Borsa USA ha ripreso a correre ma anche Piazza Affari ha nel mirino nuovi record

Riprende la salita vorticosa della Borsa americana, che si trascina dietro le Piazze azionarie del Vecchio Continente. Wall Street corre mentre le Borse europee sembrano volere tenere un passo più tranquillo. Ma non è detto che sia un male, anzi. Infatti, la Borsa USA ha ripreso a correre ma anche Piazza Affari ha nel mirino nuovi record.

Meglio Wall Street che sprinta o i mercati europei che hanno un passo regolare?

Ieri mentre le Borse europee finivano con rialzi mediamente tra il mezzo punto e il punto percentuale, il Nasdaq metteva il turbo ai prezzi. La fotografia sui mercati azionari era quella in cui le Borse europee salivano al piccolo passo e Wall Street correva a perdifiato. Non è detto che sia preferibile correre al massimo piuttosto che adottare un passo regolare. Dipende dalla gara. Se si corrono i 100 metri occorre dare tutto in 10 secondi. Ma se si corre la maratona, un passo regolare è vincente contro chi sprinta. Perché prima o poi termina le energie ed è costretto a fermarsi.

La Borsa USA ha ripreso a correre ma attenzione alle sorprese

Il Nasdaq in meno di un anno ha più che raddoppiato di valore, una performance che mai aveva avuto in passato. Il 16 febbraio ha toccato il record storico a 14.175 punti poi ha corretto fino a raggiungere i 12.400 punti nella seduta del 5 marzo, con un calo pari al 12,5%. Con la seduta di ieri l’indice tecnologico sembra avere posto fine alla correzione. Ma per avere una buona certezza che sia così, occorre attendere il ritorno dei prezzi sopra 13.200 punti. In quest’area passa la trendline ribassista che contiene i prezzi dalla seduta del 16 febbraio.

Sopra 13.200 punti i prezzi saliranno velocemente fino a 13.600 punti, altra area di passaggio di una resistenza. Ma al ribasso, chiusure di seduta sotto 12.600 punti costituirebbero un allarme. Spingerebbero i prezzi fino a 12.400 punti. E se anche questo supporto cedesse, per l’indice la correzione si trasformerebbe in fase ribassista.

La Borsa USA ha ripreso a correre ma anche Piazza Affari ha nel mirino nuovi record

Perché è importante monitorare il Nasdaq? Perché il suo andamento nel breve potrebbe condizionare i mercati azionari europei e la Borsa di Milano. L’ideale per Piazza Affari sarebbe una serie di sedute come quella di ieri, nessun eccesso, ma un passo regolare. Oggi il Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB), ha nel mirino il nuovo record annuale dei 24.000 punti. Con la Borsa USA lanciata sicuramente raggiungerà il target. Ma è meglio sempre essere prudenti e al ribasso attenzione a discese sotto 23.600 punti che riporterebbero i prezzi in area 23.350/23.400 punti.

Approfondimento

Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te