La Borsa di Milano prepara le basi per il rally d’agosto. Per oggi occhio a questi 2 titoli

La Borsa di Milano prepara le basi per il rally d’agosto. La seduta di ieri è stata scialba, ma ha comunque fornito indicazioni interessanti. Soprattutto ha mostrato ancora una volta una certa resilienza al ribasso dei prezzi. Vediamo come potrebbe essere la seduta di oggi e quali titoli potrebbero mettersi in luce.

La Borsa di Milano prepara le basi per il rally d’agosto

Nonostante i dati macroeconomici molto negativi sulla crescita del PIL per il 2020, ieri la Borsa di Milano ha chiuso con un ribasso frazionale. La Commissione Europea ha previsto per quest’anno un calo del prodotto interno lordo nazionale del 11,2%. Un calo peggiore rispetto alle prime stime di un mese fa che prevedevano una riduzione del 9,5%.

Eppure a questa notizia l’indice Ftse Mib (INDEX-FTSEMIB) non ha accusato nessuno sbandamento. Segno che le notizie negative riguardo la situazione della nostra economia non incidono sull’andamento dei prezzi.

Incide invece moltissimo l’andamento di Wall Street e di conseguenza, l’andamento del resto delle Borse europee. Perché Piazza Affari possa finalmente ripartire al rialzo, è necessario, prima di tutto, che i mercati azionari USA continuino a salire.

La frenata di ieri potrebbe pesare oggi sulla prima parte della seduta

Le banche devono essere protagoniste, altrimenti niente rally. Come abbiamo già scritto, per il listino milanese è necessario che le banche tornino ad essere acquistate (leggi questo articolo al proposito). Senza il rialzo dei titoli bancari non ci potrà essere la salita dei prezzi della Piazza di Milano. Ieri, per esempio, le azioni bancarie non sono state comprate e Piazza Affari ha vissuto una seduta incolore. Probabilmente i trader che avevano acquistato lunedì, ieri hanno approfittato delle notizie macroeconomiche negative per vendere e monetizzare i guadagni fatti.

Nella seduta di oggi, affinché l’indice Ftse Mib possa andare ad insidiare il massimo di 20.400 punti, le banche devono tornare ad essere comprate. Tra queste, Unicredit e Banco Bpm sembrano le meglio impostate, guardando all’andamento delle ultime sedute.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te