La Borsa di Milano ha sconfitto la maledizione del venerdì terminando in rialzo

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Oggi è stata una giornata veramente positiva per Piazza Affari. Chi ha seguito le indicazione che il nostro team di Esperti di ProiezionidiBorsa ha dato oggi, nell’articolo di apertura dei mercati, potrà festeggiare.

E festeggia Piazza Affari grazie a una bella seduta che apre a possibili nuovi rialzi. Nonostante fosse venerdì e quindi giorno in cui in genere scattano le vendite per evitare di essere con posizioni aperte durante il fine settimana.

Una bella seduta che apre a possibili nuovi rialzi

Per la quarta volta la Borsa di Milano ha sconfitto la maledizione del venerdì terminando in rialzo. Come abbiamo scritto nell’articolo di stamani da queste colonne, nei tre venerdì precedenti il listino milanese aveva chiuso in rialzo e così avrebbe potuto essere anche oggi. E così è stato.

In avvio di seduta, l’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMB) è partito di slancio e dopo neanche un’ora è arrivato alla resistenza in area 19.250 punti. Poi per tutta la mattina i prezzi si sono mossi tra 19.250 e 19.280 punti, seguendo un andamento laterale che dimostrava una certa incertezza.

I prezzi non riuscivano a valicare definitivamente la resistenza, ma non scendevano. Finalmente, attorno alle 13.00, hanno trovato la forza di sfondare e si sono spinti fino in zona 19.400 punti.

Ma è durata poco, le notizie di una apertura debole di Wall Street hanno riportato un po’ di vendite. Sicuramente dovute a prese di beneficio dopo le ultime due giornate positive.

La Borsa di Milano ha sconfitto la maledizione del venerdì terminando in rialzo

Al termine della seduta l’indice Ftse Mib ha chiuso in guadagno dell’1,1% a 19.285 punti. Un risultato senza dubbio positivo, che adesso apre nuove prospettive per Piazza Affari per le prossime sedute.

Tra i titoli in evidenza da segnalare il balzo di Pirelli, che oggi ha guadagnato oltre l’8%, chiudendo a 4,10 euro. Il balzo è dovuto ad un giudizio positivo di una casa di investimenti, che stima in 4,70 euro il valore corretto del titolo.

Ma il titolo è salito anche grazie ai conti della rivale Michelin, che nel trimestre ha visto i ricavi cedere solamente del 5%. Notizia che fa ben sperare per i conti di Pirelli.

L’azione ha in 4,13 euro una resistenza che se superata spingerebbe i prezzi fino ai massimi di giugno a 4,45 euro. Mentre al ribasso sarebbe negativo un ritorno sotto i 4,00 euro.

 

Approfondimento

Per conoscere l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa, clicca qui.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te