La Borsa di Milano da ora in poi è pronta per un rialzo del 25%

La Borsa di Milano da ora in poi è pronta per un rialzo del 25%?

La Borsa di Milano chiude l’ultima seduta della settimana con un traguardo che inseguiva da molto tempo. Un obiettivo che lascia ottime speranze per la prossima settimana, ma soprattutto per quelle a venire. Vediamo qual è l’obiettivo raggiunto e perché è molto importante.

Finalmente superata la soglia dei 20.400 punti

Partiamo dai numeri, perché sono quelli che alla fine contano. Al termine della seduta l’indice Ftse Mib (INDEX-FTSEMIB), ha chiuso in rialzo dello 0,3%. Un risultato in linea con quello delle altre Piazze europee. Il Dax ha guadagno lo 0,3%, la Borsa di Londra lo 0,6%. La Borsa di Parigi ha ceduto invece lo 0,3%.

Ma il risultato importante non è la chiusura in rialzo, di per sé comunque positiva. Il traguardo raggiunto è che l’indice ha chiuso la seduta a 20.419 punti. Superando, perciò, il massimo di 20.400 che da giugno si opponeva come ostacolo alla salita dei prezzi.

La Borsa di Milano da ora in poi è pronta per un rialzo del 25%

Da settimane il nostro Ufficio Studi aveva messo l’accento su questa importante quota. La chiusura dell’indice delle blue chip sopra i 20.400 punti potrà, nella prossima settimana, attirare nuovi compratori. E quindi, auspicabilmente, potrà fare partire una nuova fase rialzista.

Le aspettative sono positive anche per come si è svolta la seduta. A metà mattinata i prezzi erano in ribasso. Piazza Affari era debole insieme al resto delle Borse europee. Ma i primi segnali positivi dalla Borsa di Wall Street ha ridato fiducia e sono tornati gli acquisti. Ancora una volta il listino milanese ha dimostrato di sapere reagire bene ai tentativi di ribasso.

Le banche guastano un poco la festa

Unico neo in questa giornata, è l’assenza delle grandi banche del listino a sostenere il rialzo dei prezzi. Ad eccezione di Ubi Banca, che sta facendo corsa a sé, a seguito dell’OPS lanciata sul titolo da Intesa, le altre sono mancate all’appello. Unicredit ha chiuso invariata, Banco Bpm ha ceduto lo 0,2%, Intesa lo 0,4%.

Da segnalare tra i titoli in evidenza Digital Bros che ha guadagnato il 7%. Come aveva previsto l’analisi del nostro Ufficio Studi in questo articolo di oggi.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te