Kit test DNA, dopo il caso Denise decolla un equity crowdfunding per venderlo in farmacia

La clamorosa vicenda della bambina siciliana scomparsa 17 anni fa, Denise Pipitone, e della ragazza russa che ha chiesto una prova di maternità è su tutti i media. Questo caso ha portato alla ribalta nel mondo il tema dei test genetici rapidi, che possano rispondere alle richieste ed esigenze di privati e professionisti.

Vediamo oggi con gli Esperti di Risparmio e Famiglia quali sono quelli che possiamo fare da soli, facendo leggere il nostro DNA in totale privacy, quanto costano e da chi si acquistano.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

Il test di paternità e maternità

Attualmente il test del DNA per l’accertamento della paternità, maternità e parentela, non valido però ai fini legali, viene effettuato tramite il cosiddetto tampone buccale, richiede cinque, dieci giorni lavorativi di attesa e un costo pari a 700 euro nei laboratori italiani.

Si può anche ordinarlo via internet dall’estero: il kit arriva al massimo in 72 ore, costa meno di 200 euro e in cinque giorni si ha la risposta. L’esito dell’esame viene consegnato in totale rispetto della privacy, come previsto dalla legge, ma chi controlla la sicurezza del test?

Per effettuarne un test valido in tribunale, bisogna rivolgersi a un perito, che controlla le procedure attuate. E la spesa, per ora, non è inferiore a 2.000 euro.

Dal punto di vista pratico, si effettua un prelievo di saliva con dei cotton fioc strofinati in bocca, all’interno della guancia. Comoda da effettuare anche su bambini piccoli e neonati, questa manovra viene ripetuta più volte per ottenere una maggior accuratezza del risultato. L’esame del materiale prelevato può stabilire o escludere la paternità al 99,9999%.

Kit test DNA, dopo il caso Denise decolla un equity crowdfunding per venderlo in farmacia

Ci sono, però, già in commercio nelle farmacie, kit di test sul DNA che, sempre con la stessa modalità di prelievo, permettono di ottenere altre informazioni utili sul nostro organismo: allergie e intolleranze, con mappature che coprono 180 alimenti. Oppure gli alimenti che non favoriscono il miglioramento del peso o della pelle. Ma anche la predisposizione per certe patologie o la perdita di capelli.

Investire i risparmi sul DNA

Kit test DNA, dopo il caso Denise decolla un equity crowdfunding per venderlo in farmacia. A breve sarà disponibile un test su paternità, maternità e parentela con garanzia del direttore sanitario che costerà circa 500 euro

Offrendo, dunque, un pre-test più affidabile di quello che arriva dall’estero per posta. Per lanciarlo e sviluppare altri test genetici da farmacia è partito anche un equity crowdfunding italiano. È aperto anche ai piccoli risparmiatori privati, lanciato dall’azienda Milano Europe. Invece di comprare un ETF, si può diversificare il patrimonio andando sulla piattaforma Opstart e finanziarne lo sviluppo.

Su questa e altre piattaforme di crowdfunding ci sono opportunità interessanti per i piccoli investitori interessati al pharma tech, con pochi capitali e voglia di vederci chiaro.

Come funziona l’equity crowdfunding

L’azienda che lancia un equity crowdfunding raggiunge il suo obiettivo con la partecipazione di un alto numero di piccoli e piccolissimi investitori. Nel crowfunding tradizionale offre un titolo di credito, qui invece si ricevono direttamente le quote dell’azienda. E ciò garantisce diritti di tipo patrimoniale e amministrativo. Inclusi quelli relativi ai dividendi, all’utile e i diritti di voto in assemblea.

L’Italia è stato il primo Pase europeo a normare questo settore con il Decreto Crescita bis nel 2012. Il settore è stato poi regolamentato dalla CONSOB nel 2013. Il progetto che raggiunge l’obiettivo minimo di raccolta può procedere con la messa in opera ma il risultato deve essere raggiunto entro i termini stabiliti.

Se ciò non avviene, la somma deve essere restituita a chi ha investito.

Consigliati per te