Italia: farà la fine della Grecia?

Italia: farà la fine della Grecia? Molti profetizzano catastrofi imminenti della nostra economia, la scure della Trojka, la svendita degli asset e uno “spezzatino Italia,”, ma è davvero possibile?

In precedenti analisi abbiamo approfondito il tema della regola del debito, relativa alla procedura d’infrazione, e basata sul concetto di output gap.

Abbiamo però anche visto come la sanzione applicata dall’UE potrebbe anche non essere pagata, sotto il profilo giuridico, essendo ancora una volta, il vero problema, quello dei mercati.

Ma è cambiato realmente qualcosa nella situazione politica e finanziaria dell’Italia, in questi ultimi giorni?

Italia: farà la fine della Grecia? Le questioni sul tavolo

Dopo le ultime riunioni politiche, si sfodera un certo ottimismo, dalle parti di palazzo Chigi, e nelle parole dei leaders della maggioranza.

Ma non pare che tutto sia risolto, anzi.

Certo, i toni da campagna elettorale si sono distesi,.

La questione Siri pare ormai un ricordo (anche se recenti fatti di cronaca potrebbero far tornare alla ribalta nuove tensioni legate ad altre vicende giudiziarie).

Ma la questione di fondo è sempre la stessa: come evitare la procedura d’infrazione e fare il taglio delle tasse?

E qui cominciano le divergenze tra diverse posizioni.

La Lega e Salvini in primis, fanno leva soprattutto sul concetto di riduzione della pressione fiscale, contando su un particolare effetto leva sull’economia, e conseguentemente sull’incremento di entrate fiscali, che tale provvedimento dovrebbe avere.

Al più, se proprio non bastasse, si vorrebbe procedere anche in deficit.

Salvini conta anche sul fatto che probabilmente la commissione uscente non decreterebbe un ok alla procedura d’infrazione, mentre si potrebbe confidare in una maggior flessibilità della nuova commissione.

Inoltre è stata ipotizzata anche una sorta di condono legato al denaro liquido, cosiddetto condono cassette di sicurezza, ma già questo tema ha trovato il contradditorio dei pentastellati.

Dal canto loro, questi ultimi,invece, unitamente a Conte e Tria, preferirebbero trovare specifiche coperture, temendo la bocciatura in sede europea.

Non possiamo, quindi, non scorgere una fase ancora delicata e, a prescindere dagli apparenti toni di pacificazione nell’esecutivo e nella maggioranza.

Italia: farà la fine della Grecia? Btp

Intanto qualcuno rimarca, ad esempio, come il nostro Btp quinquennale presenti uno spread anche rispetto al corrispondente titolo greco.

Ma, come ho più volte rimarcato, le apparenze spesso ingannano.

Non è allo spread che bisogna guardare, ma alla curva dei rendimenti.

Analizziamo i relativi grafici.

Italia: farà la fine della Grecia? Le curve di rendimento

Curva rendimento Italia

 

Curva rendimento Grecia

La situazione non è mutata rispetto a qualche giorno fa.

La curva greca continua a presentare diverse tipologie di cosiddetta tensione finanziaria.

Il tratto a breve è invertito al ribasso a partire dall’anno scorso ed i tassi attuali, sul medesimo tratto, sono più elevati rispetto ad un anno e ad un mese fa.

La curva italiana continua a rimanere rialzista, ed è traslata verso il basso sia rispetto ad un anno fa, che anche solo rispetto ad un mese fa.

Espressioni di fiducia del mercato verso l’Italia, non certo verso la Grecia.

Probabilmente confida in un effetto leva delle misure di pressione fiscale, oppure che si riescano a trovare idonee coperture, a partire da misure come la revisione delle agevolazioni ed esenzioni fiscali.

A cura di Gian Piero Turletti, autore di “Magic Box” e “PLT

Trova il tuo broker

Tickmill
Fisher Investments
Ava Trade

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.