IRPEF, ecco cosa sta facendo la metà degli italiani 

È stato registrato che molti italiani non dichiarano il reddito. Secondo le statistiche relative al 2018, infatti, una gran parte dei cittadini dichiara solo il 2% di IRPEF, ecco cosa sta facendo la metà degli italiani. Si tratta di numeri che sembrano confermare un’evasione fiscale, confrontati con le spese portate avanti di immobili e telefonia. Quindi, sembrerebbe un’elusione voluta.

I dati relativi al 2018

I dati parlano chiaro. Su 60.359.546  cittadini in Italia alla fine di due anni fa, risulta che solo  41.372.851 siano effettivamente contribuenti dichiaranti. Itinerari Previdenziali ha elaborato questi numeri per l’indagine fatta sulle entrate fiscali. Ulteriori risultati sottolineano che 31.155.444 sono i paganti che versano 1 euro all’IRPEF. Sarebbero quindi 482.578 in più rispetto all’anno precedente. Ma, nota dolente, si stima che siano addirittura 434.622 in meno del 2011.

Dunque, in parole povere, significa che metà degli italiani non ha reddito. Si tratta infatti di ben 29,204 milioni di cittadini. Dunque, in percentuale, significa il 48,38%.

L’evasione durante la pandemia e le tasse che pesano su chi dichiara

Dunque, dal 2015, si vedono aumentati i contribuenti che presentano la dichiarazione. Ma, purtroppo, resta identico invece il numero di coloro che prendono sulle proprie spalle il peso del Fisco. Si può vedere dai risultati delle indagini, infatti, che il 13% dei contribuenti con un reddito che va dai 35.000 euro in su versa il 58,9% di tutta l’IRPEF, ecco cosa sta facendo la metà degli italiani.

Il problema principale è che, dai dati emersi, risulta chiaro che questa fascia di italiani pesi sui propri concittadini. E lo farà anche durante un’eventuale pensione. E quindi coloro che dichiarano 35.000 euro o più vengono vessati maggiormente, avendo pochissime agevolazioni a proprio favore.

Approfondimento

I titolari di Partita Iva non devono pagare l’IRPEF in questi casi secondo l’Agenzia delle Entrate

Consigliati per te