Ipertensione e diabete, depressione e disturbi del sonno sarebbero provocati anche da questo fattore molto trascurato

La qualità della nostra vita è data da tanti fattori. Spesso poniamo la nostra attenzione su alcuni di essi, come l’alimentazione e l’attività fisica. Eppure ci sono molte altre componenti che influiscono sul nostro stato fisico e mentale, anche se tendiamo a sottovalutarle.

A questo proposito, sembrerebbe interessante una ricerca portata avanti recentemente dai ricercatori dell’Institute for Global Health di Barcellona. Gli studiosi hanno provato a determinare gli effetti dannosi che l’inquinamento rumoroso avrebbe sulla nostra salute. I risultati metterebbero in evidenza come questo tipo di inquinamento sia profondamente nocivo per noi, sebbene non ne notiamo gli effetti. Di seguito ci addentriamo nella questione attraverso le parole degli esperti.

Un fattore di rischio ampiamente trascurato

L’inquinamento rumoroso non è mai considerato un grande fattore di rischio, eppure potrebbe portare problemi al benessere fisico e psicologico. Tra le possibili conseguenze ci sarebbero ipertensione e diabete, ma anche depressione e insonnia.

Per capire quanto questo fattore possa influire negativamente sulle nostre vite, una squadra di ricercatori ha condotto un ampio studio sull’argomento.

Gli studiosi hanno registrato i livelli di inquinamento rumoroso in 749 città europee. Con le loro ricerche, avrebbero scoperto che circa la metà della popolazione monitorata sarebbe sottoposta a livelli troppo elevati di rumore. Sarebbero più di 60 milioni i cittadini europei esposti a inquinamento rumoroso eccessivo, in relazione ai parametri stabiliti dall’OMS (53 decibel in media al giorno).

Tra le città più rumorose ci sarebbero Roma, Oslo, Parigi e Vienna. Nella media, invece, rientrerebbero città come Lisbona, Madrid, Amsterdam e Copenaghen. Abbastanza silenziose risulterebbero Berlino e Bruxelles.

Di seguito vediamo i possibili rischi dell’esposizione continua a rumore eccessivo, elencati sempre dai ricercatori.

Ipertensione e diabete, depressione e disturbi del sonno sarebbero provocati anche da questo fattore molto trascurato

Come detto, l’inquinamento acustico non sarebbe soltanto fastidioso. L’esposizione continua a rumore eccessivo causerebbe serie problematiche al nostro corpo e alla nostra mente, stando a quanto rilevato dagli esperti.

Gli studiosi dicono che l’inquinamento rumoroso porterebbe alla produzione degli ormoni dello stress. Questi causerebbero in prima battuta un aumento della pressione sanguigna e del battito cardiaco. Di conseguenza, aumenterebbero i rischi di malattie cardiovascolari e patologie croniche come il diabete.

In più, l’inquinamento rumoroso provocherebbe anche ansia e disturbi psicologici. Sarebbe un fattore di rischio legato alla depressione e ai disturbi del sonno. In conclusione, stimano gli esperti, limitando l’inquinamento rumoroso eviteremmo circa 3.600 morti all’anno.

Lettura consigliata 

Attenzione perché i diabetici con più di 65 anni avrebbero un rischio elevato di sviluppare questa malattia psichiatrica

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te