Investire in America puntando su due tendenze ben definite

Come si può investire in America puntando su due tendenze ben definite? Quali sono? Le vendite al dettaglio e la produzione industriale in America a marzo hanno fatto registrare forti cali. In alcuni segmenti, di conseguenza, si sono create occasioni su cui posizionarsi in attesa che la ripresa industriale avvenga.

Cosa guida la crescita di un titolo in Borsa? Cosa si vuole vedere quando crediamo che quel titolo abbia del potenziale per essere valutato meglio di quanto non sia? Bilanci in salute in un’economia in salute. Questo è tutto quello che serve. Quindi, bilanci ed andamento economico sono le due tendenze che devono guidare gli investitori che vogliono puntare sull’azionario americano nei prossimi mesi e anni. Sembra proprio che questi ultimi abbiano spostato l’attenzione dall’analisi degli stimoli fiscali messi in campo dalla FED per rispondere all’emergenza alle comunicazioni dei risultati di bilancio. E sarebbe anche difficile pensare il contrario. Come appena detto, bilanci in salute in un’economia in salute è ciò che vuole vedere il mercato. I risultati di bilancio sono da dove bisogna partire per capire quale impatto avrà il lockdown sui conti delle imprese. I primi dati macro stanno dando qualche indicazione sugli effetti congiunturali di questa emergenza. Ma quanto si sta vendendo, come è ovvio, non può certo fornire notizie positive. Si è accennato a vendite al dettaglio e produzione industriale.

Entrambi hanno visto forti cali a marzo.

Considerando che l’effetto del lockdown sugli ordini ha iniziato a farsi sentire da metà marzo, ci si attende che per aprile il dato mostri un’ulteriore discesa. Hanno comunque guadagnato i prodotti alimentari e chi li vende, così come i prodotti per la cura personale e della casa. hanno chiaramente perso parecchio le attività di ristorazione, invece. Ma, anche tenendo conto dei cali significativi nell’attività nel breve periodo, le quotazioni dei titoli di questo settore sono decisamente scese troppo rispetto alle prospettive di lungo periodo. Che poi sono quelle su cui bisogna sempre focalizzarsi quando si investe. I dati sulla produzione industriale mensile sono, d’altro canto, stati i peggiori dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. Anche qui, aprile sarà ancora peggio, con ogni evidenza. Ma è altrettanto certo che la ripresa ci sarà, non appena la potenza industriale americana potrà dispiegarsi nuovamente nella sua interezza.

Investire in America puntando su due tendenze ben definite, dunque

Società in salute con bilanci in salute. E, possibilmente, con un vantaggio competitivo efficiente. Ci sono delle opportunità interessanti fra le società che hanno quest’ultimo, possibilmente ampio. E che, quindi, sono di maggiore qualità e sono in grado di navigare meglio nelle tempesta economica. Nonostante la portata dei ribassi visti di recente, ci si attende che la congiuntura recuperi nel corso della seconda metà dell’anno. E ciò accadrà proprio quando sarà completo il recupero della produzione industriale, più che ridotta a causa del lockdown. Il PIL americano, secondo gli analisti indipendenti di Morningstar, scenderà del 2,9% complessivamente nel 2020. Prima della crisi, era dato al 2,1% annuale. Crediamo che, dopo l’ovvio rimbalzo che ci sarà quando la produzione recupererà al 100%, le prospettive di crescita USA siano inalterate rispetto al periodo pre-coronavirus. Seguire le due tendenze delineate è la strada maestra per un investimento duraturo e proficuo nella più grande, e resiliente, economia del mondo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te