Investimento redditizio: occhi puntati su ENEL

Svolta green per Enel.

La multinazionale dell’energia oggi ha varato un piano di investimenti per il periodo 2020/2022 pari a 28.7 mld di €.

Alla decarbonizzazione degli impianti andranno il 50% dell’investimento per accelerare la realizzazione di impianti rinnovabili e sostituire quelli attuali a carbone.

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Entro il 2022 Enel prevede uno sviluppo del +22% della capacità rinnovabile e una diminuzione della capacità e produzione da carbone del 61% e del 74%.

 Sarà un investimento redditizio?

Dalle ultime dichiarazioni del management e dagli ultimi bilanci sembrerebbe di sì.

Si prospetteranno cedole più “pesanti” per gli azionisti, per il biennio 2020/2022, con dividendi del 70% sull’utile netto.
Inoltre, come comunica la società, si prospetta un tasso annuo di crescita tra il 7.7% e 8.4% del DPS (dividendo per azione).

Ma il fiore all’occhiello di Enel saranno i risultati operativi che nel 2022, dopo il piano di investimenti, prevede:

L’Ebitda (o MOL) che raggiungerà 20.1 mld di € con un incremento del 13% dai 17.8 mld € previsti per il 2019.
L’utile netto ordinario crescerà del 27% nel 2020 raggiungendo i 6.1 mld di € dai 4.8 mld € stimati per il 2019.

Rialzo in vista per il titolo?

Enel (MIL:ENEL) ha chiuso la seduta del 22 novembre a quota 6,750€, in ribasso dell’1.6% rispetto alla chiusura del giorno precedente.

Anche oggi, a quota 6,762 a -1.21%, si prospetta nel breve termine un ribasso in ottica di un ritracciamento.

Sul giornaliero, è possibile una discesa fino all’area 6,49€ (ritracciamento 50% di Fibonacci).

Ma a lungo termine (12/36 mesi)  si prevede un rialzo  verso  nuovi massimi storici.

Riguardo la proiezione rialzista di lungo periodo, occorre che il prezzo debba chiudere settimanalmente superiore a 7,000€/7,0786€, con stop da definire in corso d’opera.

Sono previsti principalmente due target di lungo periodo:
a) obiettivo 1 a 13€ (stima più prudente degli analisti)
b) obiettivo 2 a 15,5€ (stima di Merril Lynch) ma è possibile mantenerlo in portafoglio

Enel si conferma quindi potenzialmente un investimento redditizio.

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.