Investimenti immobiliari: gli errori più comuni da evitare

Quali sono le migliori strategie da attuare negli investimenti immobiliari? E quali sono di conseguenza gli errori che converrebbe evitare?

Abbiamo sempre detto che un portafoglio che si rispetti è quello diversificato, in cui sono presenti azioni, fondi, etc. Nel caso degli investimenti immobiliari, la loro presenza nel portafoglio rappresenta per molti una sicurezza, in quanto gli immobili sono beni tangibili, a differenza delle azioni che sono considerate da alcuni investimenti molto più pericolosi. Ci sono anche altri aspetti che portano gli investitori a preferire gli investimenti immobiliari alle azioni. Ad esempio i vantaggi fiscali che ne derivano oppure la copertura economica che possono offrire in tempi di alta volatilità.

Gli errori più comuni da evitare

Se da una parte possedere immobili in portafoglio è un’ottima occasione di investimento, dall’altra però bisogna stare molto attenti a come si gestiscono. Vediamo insieme quali sono gli errori più comuni nella gestione degli investimenti immobiliari.

Operare da soli

La gestione di immobili in affitto che siano di tipo commerciale o residenziale implica il dispendio di risorse economiche e richiede del tempo. Quando un investitore crede fermamente nelle proprie potenzialità,  potrebbe fare lo sbaglio di voler gestire la cosa tutto da solo. Lavorare invece con partners o un gruppo, darebbe la possibilità di avere a disposizione professionisti ed esperti del settore che possono dare man forte e rendere più fluidi i processi di gestione. In questo modo si abbassano drasticamente i margini di errori.

Basare le proprie scelte su consigli di amici e parenti.

Uno degli errori che si commette spesso è quello di volersi sentire gratificati ascoltando i consigli di persone a noi vicine. Se da una parte potrebbe sembrare incoraggiante, dall’altra tutto ciò potrebbe trasformarsi in una grossa disfatta. Questo perché non è detto che i consigli siano basati su esperienza di lunga data o siano dettati da una spiccata professionalità nel settore. Per questo motivo bisognerebbe tralasciare per un attimo il fattore emozionale.

Non attuare strategie di diversificazione.

Abbiamo detto che aggiungere investimenti immobiliari al proprio portafoglio può rappresentare una sorta di bilanciamento rispetto alla volatilità rappresentata dalle azioni. Ma nello stesso tempo anche all’interno del segmento immobiliare andrebbero operate delle scelte di diversificazione. Molti si concentrano su una specifica tipologia di proprietà immobiliare. In termini di bilanciamento però andrebbero considerati anche altre opzioni. Una di queste è sicuramente rappresentata dai REIT, di cui abbiamo parlato ampiamente in altri articoli. I Real Estate Investment Trusts sono praticamente fondi di investimento immobiliare che offrono dei vantaggi non indifferenti, tra cui bassissime tassazioni sugli immobili posseduti e dividendi molto elevati.

Scarica GRATIS l’Ebook Speculare sugli immobili

Consigliati per te