Investi in queste azioni e assicurati 2.300 euro di guadagno

Investi in queste azioni e assicurati 2.300 euro di guadagno.

Il mercato è altalenante e non sappiamo dove investire? Anche i titoli più sicuri ci rallentano? Non tutti, però. Alcuni sono un vero investimento. Investi in queste azioni e assicurati 2.300 euro di guadagno!

I titoli più sicuri su cui puntare

Per conoscere i titoli più sicuri su cui puntare, dobbiamo guardare ai risultati e non certo alle previsioni. Queste ultime sono soggette infatti alla loro aleatorietà.

Nella classifica strategica che ci viene dall’ipotesi di aver investito 10.000 euro a inizio anno su alcune realtà del mondo finanziario, al primo posto troveremo dei titoli statunitensi. L’hi-tech americano, nello specifico, tira più dell’oro, a quanto sembra.

Benché l’oro abbia avuto delle impennate nella ricerca del bene rifugio, in questo periodo di grande incertezza finanziaria, chi ha fatto registrare il miglior tasso di rendimento a Wall Street sono le azioni tecnologiche USA.

Guadagni e perdite

Se ad inizio anno qualcuno avesse investito 10.000 sulla tecnologia statunitense, a fine agosto si sarebbe ritrovato  un guadagno di ben 2.300 euro. Segno che questo mercato non sente crisi di sorta, in questo periodo.

Segue l’oro, che avrebbe dato un guadagno di “appena” 2.000 euro.

Chi avesse investito la stessa somma in titoli di Stato italiani, avrebbe invece guadagnato solo 335 euro. I titoli tedeschi, ancora meno: avrebbero fruttato solo 159 euro.

Ancora, chi si fosse rivolto alle valute, avrebbe guadagnato 93 euro col franco svizzero e sarebbe andato in tendenza negativa con lo yen giapponese, la sterlina inglese e il dollaro americano.

A chiudere la classifica è il petrolio Brent che avrebbe recato una perdita di ben 4.200 euro su 10.000 investiti.

Cosa scegliere nei prossimi mesi

Una cosa è certa, le azioni tech USA garantiscono ancora una buona affidabilità in un comparto nel quale in questi ultimi mesi si è creata molta incertezza a causa della pandemia. Ma d’altra parte non è proprio la pandemia, che ha evidenziato come il comparto tecnologico viaggi col vento in poppa?

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te