Invece di spendere tanto per croccantini ecco 3 cibi umidi che fanno gola al cane

L’amore per il proprio animale domestico porta il proprietario a prendersene cura come se fosse un figlio. Si crea uno speciale legame per cui riusciamo a prevedere le reazioni del nostro cane e ad intuire subito anche i minimi cambiamenti. In modo ancora più acuto ci riesce il nostro fedele compagno che ha un olfatto molto più sviluppato del nostro. E vi sono infatti alcune specifiche    malattie che un cane riesce a sentire quando annusa il corpo del padrone.

I costi e le cure

Nella maggior parte dei casi ci assicuriamo che il nostro animale stia bene e con una certa frequenza ci rivolgiamo al veterinario per controlli di routine. Almeno una volta al mese lo si porta da un toelettatore che lo lava e si provvede anche all’igiene orale. Soprattutto se il cane vive in casa e condivide gli ambienti del proprietario si deve provvedere alla pulizia del pelo su cui si depositano polvere e smog. Del resto sono diverse le voci di spesa che sostiene chi si prende cura di un quadrupede. E sapendo quanto si spende al mese per mantenere un cane di piccola o media taglia si vorrebbe anche risparmiare su alcuni costi.

Sono notevoli anche le spese relative all’alimentazione soprattutto se il nostro fedele animale ha un’importante stazza. Sugli scaffali di supermercati e negozi specializzati vi è un’offerta molto ampia di prodotti fra cui scegliere. Si tratta per lo più di alimenti secchi e di mangime industriale e rappresentano la soluzione ideale per chi ha poco tempo. Alla lunga tuttavia l’acquisto di tali prodotti inizia a pesare sul bilancio delle spese mensili e si potrebbero anche adottare soluzioni alternative. E quindi invece di spendere tanto per croccantini ecco 3 cibi umidi che fanno gola al cane. E soprattutto che tengono conto degli alimenti che il quadrupede può mangiare senza rischiare carenze e intossicazioni.

Invece di spendere tanto per croccantini ecco 3 cibi umidi che fanno gola al cane

Prima di riempire il carrello di confezioni contenenti crocchette industriali sarebbe opportuno considerare anche la qualità dei prodotti e le preferenze del cane. Si tende a comprare mangime industriale anzitutto per la praticità e la facilità con cui si può conservare. Inoltre alcuni scelgono questo tipo di alimentazione perché promette una dieta salutare e completa di tutti i principali nutrienti.

A tal fine conviene controllare le indicazioni presenti sulle etichette degli alimenti destinati agli animali che devono rispondere alle direttive del Regolamento europeo. In linea di massima però i cani preferiscono il cibo caldo a quello freddo, gli alimenti umidi a quelli secchi. Pertanto chi decide di preparare in casa i pasti  per l’animale non dovrebbe far mancare nella ciotola 3 fondamentali cibi. Anzitutto la carne che tuttavia non dovrà essere particolarmente grassa, in secondo luogo gli alimenti amidacei e infine le verdure. Fra i vari tipi di carne bisogna evitare quella cruda di maiale che potrebbe scatenare una patologia letale come l’encefalite. Inoltre si consiglia di cuocere a lungo pasta e riso perché il cane fatica un po’ a digerire tanto gli amidi quanto i carboidrati. Così come è preferibile sottoporre a cottura verdure come carote e zucchine a cui si possono aggiungere oli vegetali.

Approfondimento

Ecco i migliori cani da appartamento che vivono di più e non perdono il pelo

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te