Invece di farlo bollito e lesso ecco come rivoluzionare il polpo in modo semplice come secondo o antipasto

Quando cucinato nel modo giusto è davvero impossibile resistere ad un polpo morbido e succulento, magari accompagnato a qualche patata. Questa è di certo la preparazione più nota del polpo, fatto in insalata con patate e prezzemolo.

Tuttavia, nel corso del tempo, abbiamo cercato di fornire soluzioni alternative per utilizzare il polpo in modo originale per primi e secondi.

Ad esempio è assolutamente da provare questo polpo cotto in padella nel vino per condire la pasta o usare come secondo.

Infatti, invece di farlo bollito e lesso, esistono moltissimi modi per cucinare il polpo e in seguito ne riveleremo uno delizioso ma semplicissimo.

Deliziose polpette

Tra i più grandi spauracchi nella preparazione del polpo c’è la cottura nella quale si ha sempre un po’ di timore. Se apparteniamo a questa categoria, questa ricetta fa per noi dal momento che utilizzeremo il polpo da crudo.

Quello che ci servirà per la preparazione è:

  • 400 g polpo;
  • pane in cassetta;
  • 1 uovo;
  • farina;
  • prezzemolo;
  • pangrattato;
  • aglio;
  • provola;
  • pinoli;
  • uva passa.

Cominciamo prendendo i tentacoli del polpo che dovranno essere tagliati a rondelle di circa un centimetro l’uno. Successivamente in un mixer dovremo mettere del pane in cassetta fatto a cubetti, del prezzemolo, provola grattugiato ed uno spicchio d’aglio senz’anima.

Quando avremo tritato il tutto, uniamo il composto ai tentacoli a cubetti, i pinoli e l’uva passa.

Invece di farlo bollito e lesso ecco come rivoluzionare il polpo in modo semplice come secondo o antipasto

Amalgamiamo l’impasto aggiungendo al composto anche un uovo e mescoliamo fino a rendere uniforme. A questo punto copriamo con della pellicola trasparente e lasciamo riposare in frigo per 30 minuti. Una volta che l’impasto avrà riposato formiamo delle piccole sfere, ovvero delle polpette, che procederemo ad impanare.

Passeremo, dunque, le polpette prima nella farina, poi nell’uovo e poi nel pangrattato. Per una panatura più spessa e consistente possiamo ripetere il passaggio dell’uovo e del pangrattato due volte. Non resta che friggere le nostre polpette di polpo in olio bollente fin quando queste non saranno dorate e croccanti.

Scoliamo su carta assorbente dall’olio in eccesso e saliamo solo prima di servire per mantenere la panatura croccante. Serviamo ben caldo in accompagnamento con a fianco una piccola porzione di maionese.

Lettura consigliata

Invece degli spaghetti alle vongole ecco come condire la pasta con un fenomenale sugo di pesce

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te